I Soggetti

Una capitale europea

Vittorio Amedeo Cignaroli (Torino 1730 - 1793)

Pittore; attivo per la corte sabauda alla Venaria, a Stupinigi, a Moncalieri, eseguì cicli di paesaggi e cartoni per arazzi, innestando sulle tradizioni della pittura veneta il gusto della pittura francese di genere.

Principessa Felicita di Savoia (Torino 1730 - Roma 1801)

Fondatrice del Regio Convitto Vedove e Nubili. Figlia del re Carlo Emanuele III e di Anna Cristina di Baviera.

Stefano Clemente (Torino, 1719-1793)

Scultore in legno, seppe dare ricchezza di espressione e di movimento alle figure che scolpiva. Lasciò pregiate opere di gusto barocco: crocifissi, altari, pulpiti che lo resero famoso nel '700. Tra le opere maggiori: l'ddolorata nella chiesa dell'Annunziata; Il Battesimo di Cristo e L'arma dei Savoia, nella chiesa del Carmine; la mensa dell'altare e la statua di san Giovanni Battista nel Duomo di Torino; il fonte battesimale nel Santuario della Consolata. Altre sue opere si conservano a Palazzo Reale, nella Palazzina di caccia di Stupinigi e, al Museo Civico di Torino, la celebre scultura La battaglia di Guastalla.

Francesco Dellala (Torino 1731 - Vercelli 1805)

Conte di Beinasco. Architetto tra i più famosi sul finire del secolo XVIII dal gusto e dallo stile barocco. Fu nominato Architetto di casa Savoia dal duca Carlo Emanuele III.

Carlo Emanuele III (1701-1773)

Un sovrano non destinato a diventare re e talora considerato un modesto burocrate, che diede invece un apporto fondamentale al consolidamento del Regno sabaudo.

Claudio Beaumont (Torino 1694 - 1766)

Pittore, lasciò pregevoli opere nel Palazzo Reale e nella Pinacoteca di Torino. Direttore dell'Accademia di Belle Arti a Torino e pittore ufficiale alla corte del Re di Sardegna.

Giovanni Battista Crosato (Venezia 1686 - 1758)

Pittore, nel 1733 fu a Torino al servizio della corte sabauda dove eseguì affreschi nella Palazzina di Stupinigi, Villa della Regina e nel Palazzo Reale. Decorò alcune chiese tra cui la Consolata e la Visitazione di Pinerolo. Le opere più famose risultano il Sacrificio di Ifigenia e le Allegorie delle stagioni a Stupinigi. Tra il 1742 e il 1744 operò come scenografo presso il Teatro Regio.

Giuseppe Vernazza (Alba 1745 - Torino 1822)

Storico e bibliografo. Membro della Accademia delle Scienze di Torino. Sua opera: Dizionario dei tipografi che fiorirono negli stati di terraferma e più specialmente in Piemonte.

Bernardino Galliari (Andorno 1707 - 1794)

Illustre pittore e scenografo, creatore della pittura teatrale. Scenografo alla Scala di Milano, nel 1740 re Carlo Emanuele III lo chiamò a Torino a lavorare al Teatro Regio che abbellì di eleganti opere decorative. Fu professore di Pittura nella nostra "Accademia" torinese. Suo preziosissimo lavoro il Martirio di san Lorenzo nella chiesa di Andorno. Andorno, sua città natale, gli ha dedicato una lapide posta sulla casa in cui nacque.

  • con il sotegno della
    Compagnia di San Paolo
  • partner
    Iren eni gtt
  • technical partner
    topix
  • social network
    Scopri MuseoTorino su Twitter Scopri MuseoTorino su Facebook
Vai al sito della città di Torino