Home \ Torino: storia di una città \ Prima della Città \ Espansioni dell'anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana

La Galleria

Espansioni dell'anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana

Il modesto rilievo del Truc della Prà visto dal Castello di Camerletto.
Insieme e stralcio della carta geo-morfologica dell’anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana (Prov. Torino) e del suo substrato cristallino (2). Fotografia di Franco Petrucci et al., 1969.
Insieme e stralcio della carta geo-morfologica dell’anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana (Prov. Torino) e del suo substrato cristallino (1). Fotografia di Franco Petrucci et al., 1969.
Antico scaricatore glaciale presso Prato Perosino a Villarbasse. Dipartimento di Scienze Terra, Università di Torino
Modello digitale tridimensionale del terreno che evidenzia l’incisione corrispondente all’antico scaricatore glaciale. Dipartimento di Scienze Terra, Università di Torino
Antico scaricatore glaciale presso Prato Perosino (Villarbasse). Dipartimento di Scienze Terra, Università di Torino
Val Susa, Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa, Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Veduta della Val di Susa dalla Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa, Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa, Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa, Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Superficie pianeggiante che rappresenta un terrazzo di contatto glaciale. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Schema che rappresenta il meccanismo di formazione di un terrazzo di contatto glaciale (terrazzo di “kame”). Disegno di Damiano Scalvini.
Vista aerea della località “Sabbioni” a Cambiano
Dettaglio della Mappa del territorio di Torino a metà dell’Ottocento”, scala originale 1:25.000 - Stato maggiore Sardo, 1854
Dettaglio della Mappa del territorio di Torino a metà dell’Ottocento”, scala originale 1:25.000 - Stato maggiore Sardo, 1854.
Veduta della città dal Castello di Rivoli. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Masso erratico presso Caselette, noto come Masso Sacco. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Masso erratico denominato Pera Grande. Caselette. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Masso Sacco, in comune di Caselette, prima di essere ricoperto dalla vegetazione. Fotografia di Francesco Carraro.
Veduta del monte Musinè da Sant’Antonio di Ranverso lungo la Strada Statale 25. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Veduta del monte Musinè (1). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Veduta del monte Musinè (2). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Sezioni trasversali del Monte Musinè. Triangoli: massi erratici; in nero: depositi glaciali pre-LGM (ultimo massimo glaciale); in grigio: depositi glaciali dell’LGM. Fotografia di Francesco Carraro et al., 2005.
Rocce montonate, levigate con strie che indicano la direzione di movimento del ghiacciaio della Val di Susa. Fotografia di Antonella Nicolussi Rossi. Dipartimento di Scienze della terra, Università degli studi di Torino.
Rocce montonate, levigate con strie che indicano la direzione di movimento del ghiacciaio della Valle di Susa. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Superfici terrazzate della collina torinese (1). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Dorsale di Reaglie (analoga alla dorsale di Santa Margherita) vista da strada Santa Margherita. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Vista aerea della torbiera di Trana, in primo piano il Lago Piccolo di Avigliana. Fotografia di Luca Mercalli, in Paolo Baggio et al., 2003.
Carte topografiche in cui è evidenziata la precedente morfologia della torbiera di Trana. Fotografia di Paolo Baggio et al., 2003
Affioramento di loess eolico presso l’ex-seminario di Rivoli. Fotografia di Francesco Carraro, Dipartimento di Scienze della terra, Università degli studi di Torino.
Affioramento di loess eolico presso Rivoli. Fotografia di Francesco Carraro, Dipartimento di Scienze della terra, Università degli studi di Torino.
Monte dei Cappuccini. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Il monte dei Cappuccini emerge dalla pianura del Po ed è separato dal versante collinare da una sella di modellamento fluviale (2). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Sciatori alle pendici del Monte dei Cappuccini. Fotografia di Ghidoni-Cappelli, 21 febbraio 1956. ASCT, Fondo Gazzetta del popolo, I 1441D/012. © Archivio Storico della Città di Torino
Il monte dei Cappuccini emerge dalla pianura del Po ed è separato dal versante collinare da una sella di modellamento fluviale (1). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Il monte dei Cappuccini emerge dalla pianura del Po ed è separato dal versante collinare da una sella di modellamento fluviale (3). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
La roccia montonata presso il Castello di Avigliana. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Il settore pianeggiante a sinistra della Sacra di San Michele, modellato da un antico scaricatore glaciale. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Val Susa dalla Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa dalla Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa dalla Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Val Susa dalla Sacra di San Michele. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
I laghi di Caselette. Fotografia di Francesco Carraro. Dipartimento di Scienze della Terra, Università degli studi di Torino.
Uno dei massi erratici di Villarbasse. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Massi erratici a Villarbasse. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino
Ricostruzione dell’area di massima espansione del ghiacciaio della Val di Susa durante il Pleistocene superiore e di una sua successiva fase di ritiro (2). Fotografia di Paolo Baggio et al., 2003.
Ricostruzione dell’area di massima espansione del ghiacciaio della Val di Susa durante il Pleistocene superiore e di una sua successiva fase di ritiro (1). Fotografia di Paolo Baggio et al., 2003.
Vista aerea (da sud-ovest) dell’anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana. Sono bene riconoscibili i Laghi di Avigliana. Fotografia di Luca Percalli, in Paolo Baggio et al., 2003.
Modello tridimensionale dell’anfiteatro morenico di Rivoli-Avigliana. Fotografia di Marco Giardino et al., 2010.
Cresta Grande (Rivoli). In primo piano la piana del torrente Dora Riparia vista da Caselette. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Alveo del fiume Dora Riparia. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Il conoide fluvioglaciale della Doria Riparia (in primo piano), l’Anfiteatro morenico di Rivoli Avigliana (in secondo piano) e l’alta Valle di Susa (sullo sfondo), 9. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Il conoide fluvioglaciale della Doria Riparia (in primo piano), l’Anfiteatro morenico di Rivoli Avigliana (in secondo piano) e l’alta Valle di Susa (sullo sfondo), 10. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
La cerchia morenica su cui sorge Torre Buttigliera (2). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
La cerchia morenica su cui sorge Torre Buttigliera (3). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
La cerchia morenica su cui sorge Torre Buttigliera (1). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Ricostruzione dell’area occupata dal ghiacciaio della Val di Susa nelle fasi di ritiro durante le quali sono state costruite le cerchie più interne dell’Anfiteatro Morenico di Rivoli-Avigliana. Fotografia di Paolo Baggio et al., 2003.
Uno dei principali rilievi (dune relitte) di origine fluviale e eolica presso Grugliasco. Fotografia di Stefania Lucchesi, 1998
Stralcio della Mappa del territorio di Torino a metà dell’Ottocento, scala 1:25.000 - Stato maggiore Sardo, 1854.
Carta geologica semplificata dell’area di Grugliasco. Figura elaborata da Stefania Lucchesi.
In primo piano la superficie terrazzata di Villa Gualino vista da Viale Seneca, sullo sfondo il conoide fluvioglaciale della Dora Riparia su cui sorge la città di Torino. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Dettaglio di una cava presso La Loggia in cui affiorano ghiaie del fiume Po in superficie e ghiaie del fiume Tanaro in profondità. Fotografia di Stefania Lucchesi.
Foto aerea della zone detta “Sabbioni” presso La Loggia. Sono evidenti le tracce dei relitti di meandro, gli alvei abbandonati del fiume Po e le cave impostate in corrispondenza di essi. Dipartimento di Scienze della Terra, Università degli studi di Torino
Veduta del lago Grande di Avigliana. Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Veduta dei laghi di Avigliana da località Sala (1). Fotografia di Patrizia Mussa, 2010. © MuseoTorino.
Ricostruzione dell’Anfiteatro Morenico di Rivoli-Avigliana dopo il ritiro del ghiacciaio. Sulla sinistra sono presenti i Laghi di Avigliana. Fotografia di Paolo Baggio et al., 2003.
Laghi di Avigliana dal Monte Cuneo. Fotografia di Stefania Lucchesi
  • con il sotegno della
    Compagnia di San Paolo
  • partner
    Iren eni gtt
  • technical partner
    topix
  • social network
    Scopri MuseoTorino su Twitter Scopri MuseoTorino su Facebook
Vai al sito della città di Torino