Scheda: Tema - Tipo: Amministrazione pubblica

I funzionari ducali del XV secolo

Nel XV secolo la città fu governata soprattutto da funzionari ducali che esautorarono in parte il potere cittadino.


Periodo di riferimento: XV Sec. (1400-1499 )

    Tag

  • sala 1404

    Indice



Nel Quattrocento i principali funzionari che rappresentavano il duca in città erano il vicario, il giudice e il capo delle guardie che sottrassero al Municipio parecchie delle competenze che prima aveva.

La carica di vicario divenne sempre più onorifica, spesso assegnata a nobili di corte che si assentavano a lungo dalla città e che lasciavano il potere effettivo a un loro vice e l’incarico tese a diventare venale ed ereditario. A questi funzionari spettava la maggior parte delle competenze sull’organizzazione della vita urbana: mercati, tassazione, pulizia ecc.

Il giudice si occupava di tutte le cause di prima istanza, mentre la sicurezza era nelle mani del capo degli «sbirri» e dei suoi uomini. Gli ufficiali ducali avevano sede nel castello di Porta Fibellona (la parte medievale di Palazzo Madama), che fungeva pure da carcere.

Frequenti furono i casi di malversazione e concussione di funzionari ducali, mentre insicurezza e disordini erano difficilmente controllabili in città.

Nel quattrocentesco contrasto fra Comune e Signoria, era la seconda a prevalere in Torino.

    Bibliografia


  • Barbero, Alessandro, La vita e le strutture politiche nel quadro della bipolarità signore-comune, in Comba, Rinaldo (a cura di), Storia di Torino. Il basso Medioevo e la prima età moderna, 1280-1536, Vol. 2, G. Einaudi, Torino 1997, pp. 541-557