Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Casa del quartiere (ex bagni municipali)

Casa del quartiere (ex bagni municipali). Fotografia Studio fotografico Gonella, 2012. © MuseoTorino

I bagni municipali e lavatoi nell'isolato compreso tra le vie Valperga Caluso, Belfiore, Saluzzo e Morgari, realizzati al principio del Novecento, ospitano oggi la Casa del Quartiere.


Indirizzo: Lat: 45.05370096505517 Long: 7.6779091358184814

Costruzione: 1900 - 1910

Bombardamento: 20 Novembre 1942

Variazione: 2003 - 2005
Progettazione della Casa del Quartiere e opere di restauro

    Tag

  • bombardamenti

    Categorie


  • bombardamento
  • bagno pubblico

    Indice


  • 1. Bombardamenti
  • 2. Casa del Quartiere

1. Bombardamenti


Costruito nel primo decennio del Novecento, secondo linee d'impronta liberty progettato da Camillo Dolza, l'edificio presenta motivi di interesse storico-monumentale. Interessante l'andamento curvilineo delle porzioni inferiori dell'edificio e le decorazioni che adornano il cornicione, dove si alternano rane e conchiglie.

I bagni municipali e lavatoi nell'isolato compreso tra le vie Valperga Caluso, Belfiore, Saluzzo e Morgari furono interessati dai bombardamenti dell'autunno 1942 e dell'estate 1943. Si verificò la parziale distruzione del fabbricato con crollo di soffitti e muricci di un piano causati da bomba incendiaria; la parte restante del fabbricato riportò lesioni ai soffitti e muricci e distacco degli infissi causati da bomba dirompente.

Bombardamenti aerei. Censimento edifici danneggiati o distrutti. ASCT Fondo danni di guerra inv. 847 cart. 17 fasc. 24. © Archivio Storico della Città di Torino Bombardamenti aerei. Censimento edifici danneggiati o distrutti. ASCT Fondo danni di guerra inv. 847 cart. 17 fasc. 24. © Archivio Storico della Città di Torino
Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo San Salvario, Parco del Valentino, Vecchia Barriera di Nizza, Borgo San Secondo, Crocetta. ASCT,  Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 2 – quadrante 1. © Archivio Storico della Città di Torino Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo San Salvario, Parco del Valentino, Vecchia Barriera di Nizza, Borgo San Secondo, Crocetta. ASCT,  Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 2 – quadrante 1. © Archivio Storico della Città di Torino
Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo S.Salvario - Parco del Valentino - Vecchia Barriera di Nizza - Borgo San Secondo - Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 2, quadrante 1. © Archivio Storico della Città di Torino Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo S.Salvario - Parco del Valentino - Vecchia Barriera di Nizza - Borgo San Secondo - Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 2, quadrante 1. © Archivio Storico della Città di Torino
Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo S.Salvario - Parco del Valentino - Vecchia Barriera di Nizza - Borgo San Secondo - Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 2. © Archivio Storico della Città di Torino Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo S.Salvario - Parco del Valentino - Vecchia Barriera di Nizza - Borgo San Secondo - Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 2. © Archivio Storico della Città di Torino
Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo San Salvario, Parco del Valentino, Vecchia Barriera di Nizza, Borgo San Secondo, Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 2. © Archivio Storico della Città di Torino Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 2: Borgo San Salvario, Parco del Valentino, Vecchia Barriera di Nizza, Borgo San Secondo, Crocetta. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 2. © Archivio Storico della Città di Torino

2. Casa del Quartiere


La Casa del Quartiere di San Salvario è un progetto promosso e realizzato dall'Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus in partnership con Città di Torino, Fondazione Vodafone, Compagnia di San Paolo, Circoscrizione 8 e con un grande numero di enti no profit.

La Casa del Quartiere è un laboratorio per la progettazione e la realizzazione di attività sociali e culturali che coinvolge associazioni, cittadini, operatori artistici e culturali; è uno spazio aperto e multiculturale, luogo di incontro e scambio di attività e persone.

Il progetto è stato avviato grazie a un finanziamento della Fondazione Vodafone e alla compartecipazione della Città di Torino ai costi di ristrutturazione dell'immobile degli ex bagni pubblici di via Morgari 14.

Alla Casa del Quartiere ci sono una caffetteria, una ciclofficina, un ufficio co-working, una banca del tempo, un orto, una sala riunioni, sportelli informativi e spazi di ascolto; si possono frequentare laboratori artistici, corsi di danza, di discipline orientali, di musica e canto, di lingua e informatica; si possono organizzare feste di compleanno, conferenze, spettacoli; si possono proporre attività da progettare e realizzare anche con gli altri.

Note


Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
Bagni pubblici
Via Belfiore 14, Via Morgari

Edificio di valore documentario dello stile liberty.
Edificio costruito nel primo decennio del Novecento.
Mancano dati in Archivio Comunale, tuttavia i bagni furono costruiti quasi tutti dopo il piano regolatore del 1908, sotto la direzione dell'ing. Dolza.

M. LEVA PISTOI, 1974.
Tavola: 58

    Bibliografia


  • Politecnico di Torino. Dipartimento Casa Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Vol. 1, Società degli ingegneri e degli architetti in Torino, Torino 1984, p. 348
  • Cingolani, Pietro, Sapone, spugna e vapori. Cento anni di bagni pubblici e di immigrazione a Torino, in «Turin. Storia e storie della città», A. III, n. 7, gennaio, 2014, Torino, pp. 36-41

    Sitografia


  • http://www.casadelquartiere.it/

    Fonti Archivistiche


  • ASCT, Fondo danni di guerra, inv. 847 cart. 17 fasc. 24 n. ord. 8

    Ente Responsabile


  • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà

Fototeca