Scheda: Tema - Tipo: Società e costume

Pattinaggio sul ghiaccio

Pattinatori al Valentino, 1900 circa.

Il Valentino – gigantesco centro polisportivo naturale – ha ospitato, a partire dagli anni Settanta dell’Ottocento, la prima patinoire di Torino, affollatissimo punto di ritrovo cittadino, demolita negli anni Cinquanta del Novecento per far posto ai padiglioni di Torino Esposizioni.


Inizio: 1872
Fondazione della Società dei pattinatori

    Categorie


  • sportivo

    Indice


  • Cronologia

Cronologia


1873 – Realizzazione patinoire;

1878 – Costruzione chalet;

1900 – Realizzazione laghetto artificiale;

1911 – Ricostruzione chalet;

1933 – Prosciugamento laghetto artificiale;

1958 – Smantellamento patinoire.


Negli anni Sessanta dell’Ottocento diventa popolare tra i torinesi la moda di pattinare sul ghiaccio. Arriva dal Canada, dove è nata a metà secolo. È uno sport alla portata di tutti: sono sufficienti un paio di pattini e un prato ghiacciato. Nel 1872 si costituisce la Società dei pattinatori, alla quale l’anno successivo la Municipalità dà in concessione un’area di quattordicimila metri quadrati da adibire a patinoire, nella parte sud del parco del Valentino. L’uso è limitato alla sola stagione invernale, insieme a due locali posti all’interno dell’ex palazzina del tiro a segno; nelle restanti stagioni l’area è coltivata a prato, e soltanto nel 1900 la patinoire viene trasformata in laghetto decorativo con acqua perenne; viene così costruita la vasca. In seguito a questa trasformazione, la Società dei Pattinatori si accorda con la Società Ginnastica per l’uso del laghetto nella stagione estiva «esclusivamente per l’insegnamento agli alunni e soci della società stessa ed agli allievi delle scuole pubbliche»¹.
Nel 1878 la città approva la costruzione dello chalet apposito².
Il 23 gennaio 1886 si tiene un Festival del ghiaccio, ma le prime gare vere e proprie si terranno più tardi, verso il 1914, ventidue anni dopo la nascita dell’International Skating Union, la federazione internazionale che ancora oggi regolamenta il pattinaggio di figura (artistico e danza) e il pattinaggio di velocità.
Dopo l’Esposizione del 1911 la Società decide di ricostruire lo chalet secondo il progetto presentato dall’ingegner Maffei³, mentre nel 1933 il laghetto viene prosciugato e sostituito dal campo ostacoli della Società ippica torinese, fino allo smantellamento definitivo nel 1958 per fare posto al V padiglione (il salone sotterraneo) di Torino Esposizioni.
Nel 1911, al Circolo pattinatori del Valentino, si tiene la prima partita ufficiale di hockey su ghiaccio in Italia; si sfidano la squadra del club torinese e il Lione. È un evento sportivo di cui si sa pochissimo: non sono giunti a noi né il risultato né il nome dei giocatori che vi hanno preso parte.

 

Note


1. Asct, Scritture private, 1922, vol. 159 p. 381 art. 5.

2. Asct, Padiglione da costruirsi dalla Società dei Pattinatori sulla sponda a giorno del Bacino del Nuovo Parco del Valentino, 23 ottobre 1878, C 190.

3. Giovanni Battista Maffei, Progetto di padiglioni in legno che la Società Pattinatori intende erigere sulla sponda a giorno del laghetto al Parco del Valentino […], Pianta, Fronte verso il monumento e Fronte verso il laghetto (Asct, Progetti edilizi, 1913/792).

Fototeca

Luoghi correlati

Temi correlati