Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Tombe romane nell’area del mastio della Cittadella

Tomba a inumazione al momento della scoperta, © Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie

I lavori di ristrutturazione del mastio della Cittadella hanno permesso di indagare l’area in cui, nel IV secolo d.C., sorsero la memoria dei martiri Solutore, Avventore e Ottavio e, intorno ad essa, il primo cimitero cristiano della città.


Indirizzo: Lat: 45.071221 Long: 7.673454

Costruzione: I Sec. (0-99 ) - II Sec. (100-199 )

Ritrovamento: 2010 - 2011

Trasformazione: IV Sec. (300-399 ) - V Sec. (400-499 )

    Tag

  • carta archeologica

    Indice



I resti più antichi sono quelli, completamente spoliati, di un monumento o piccolo recinto funerario largo poco più di tre metri e mezzo (12 piedi romani), databile tra I e II secolo. Un breve tratto di muro pochi metri più a ovest fa intuire la presenza di un secondo monumento.

Una seconda fase di frequentazione dell’area sepolcrale è riconoscibile nella tarda antichità, tra IV e V secolo, quando alcune tombe a inumazione vennero ricavate nel terreno circostante i monumenti più antichi, senza peraltro intaccarli. Si tratta di due tombe a cassetta laterizia, prive di corredo, con resti infantili e di due fosse con scheletri di adolescenti. In una di esse sono stati rinvenuti tre bracciali in bronzo, di cui uno con terminazioni a testa di serpente, una tipologia ben nota per i bracciali di questo periodo.

 

    Bibliografia


  • Ratto, Stefania - Subbrizio, Marco, Torino. Giardini Reali. Mastio della Cittadella. Tombe di età romana, in «Quaderni della Soprintendenza archeologica del Piemonte», A. 27, 2012, Torino, pp. 304-307

    Ente Responsabile


  • MuseoTorino
  • Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie

Itinerari correlati