Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Palazzo dell’Elettricità – Sede SIP poi ENEL

Palazzo della luce - Palazzo dell’Elettricità. Fotografia di Paola Boccalatte, 2014. © MuseoTorino

Progettato nel 1915 per ospitare la nuova sede della Cassa di Risparmio, il palazzo è venduto ancora incompiuto nel 1925 alla Società Idroelettrica Piemontese (SIP), che lo inaugura nel 1928. Con la nazionalizzazione dell’industria elettrica, nel 1962 l’edificio passa all’ENEL.


Indirizzo: VIA ANTONIO GIUSEPPE BERTOLA 40

Progetto: 1915

Costruzione: 1928

Bombardamento: 20 Novembre 1942

Bombardamento: 13 Luglio 1943

    Tag

  • bombardamenti

    Categorie


  • bombardamento
  • ufficio
  • palazzo

    Indice


  • 1. Storia dell'edificio
  • 2. Bombardamenti
  • Cronologia

1. Storia dell'edificio


Progettato nel 1915 dall’architetto Carlo Angelo Ceresa per ospitare inizialmente la nuova sede della Cassa di Risparmio, il palazzo è improntato ai criteri monumentali di fine Ottocento con una superba facciata ispirata alla composizione juvarriana, in particolare all'avancorpo di Palazzo Madama. È venduto incompiuto nel 1925 alla Società Idroelettrica Piemontese (SIP), che provvede, sotto la direzione del Grand’Ufficiale Giuseppe Besozzi, presidente della Società Anonima Elettricità Alta Italia (EAI), ai lavori di completamento degli interni e alla costruzione del terrazzo antistante i cinque ingressi aperti al pubblico. Il palazzo è inaugurato nel 1928, in occasione dello spostamento delle sedi sociali della SIP. Nel 1942 è danneggiato dalle incursioni aeree alleate. Con la nazionalizzazione dell’industria elettrica nel 1962, l’edificio passa dalla SIP all’ENEL, che vi colloca la sede del compartimento di Torino. Attualmente (2011) è oggetto di una ristrutturazione in vista di una ridestinazione a terziario.

2. Bombardamenti


L’edificio, destinato ad uso abitazione e ospitante 5 uffici della S.I.P. (Società idroelettrica piemontese), di 4 piani, fu bombardato due volte, da aerei della RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro, riportando danni al tetto, schiantamento totale degli infissi, spostamento di alcuni  muri interni e distruzione di uno dei muri perimetrali verso via San Dalmazzo.

Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio - Porta Susa - Porta nuova - Vanchiglia - Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 1, quadrante 4. © Archivio Storico della Città di Torino
Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio - Porta Susa - Porta nuova - Vanchiglia - Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 1, quadrante 4. © Archivio Storico della Città di Torino
Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio - Vanchiglia - Porta Susa - Porta Nuova - Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 1. © Archivio Storico della Città di Torino Bombe e mezzi incendiari lanciati 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio - Vanchiglia - Porta Susa - Porta Nuova - Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 1 disegno 1. © Archivio Storico della Città di Torino
Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio, Vanchiglia, Porta Susa, Porta Nuova, Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 1. © Archivio Storico della Città di Torino Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio, Vanchiglia, Porta Susa, Porta Nuova, Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 1. © Archivio Storico della Città di Torino
Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio, Vanchiglia, Porta Susa, Porta Nuova, Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 1, quadrante 4. © Archivio Storico della Città di Torino Danni arrecati agli stabili 1:5000, 1942-1945. Zona 1: Municipio, Vanchiglia, Porta Susa, Porta Nuova, Borgo Nuovo. ASCT, Tipi e disegni, cart. 68, fasc. 2 disegno 1, quadrante 4. © Archivio Storico della Città di Torino
Bombardamenti aerei. Censimento edifici danneggiati o distrutti. ASCT Fondo danni di guerra inv. 54 cart. 1 fasc. 54. © Archivio Storico della Città di Torino Bombardamenti aerei. Censimento edifici danneggiati o distrutti. ASCT Fondo danni di guerra inv. 54 cart. 1 fasc. 54. © Archivio Storico della Città di Torino

Cronologia


1910-1914    interventi di demolizione da parte del Comune
1915    progettazione affidata all’architetto Carlo Angelo Ceresa per la Cassa di Risparmio
1925  acquisto del palazzo da parte della SIP (Società Idroelettrica Piemontese)
1928    inaugurazione sede SIP
1942    bombardamenti
1962    passaggio del palazzo all’ENEL
2011    interventi di trasformazione interna

Note


Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
PALAZZO SIP, ORA ENEL
Via Bertola 40

Palazzo per uffici.
Edificio di valore documentario, significativo esempio di architettura per il terziario nello stile tardo eclettico, di particolare interesse nell'atrio e nel salone.
Realizzato intorno al 1915 su progetto di Carlo Angelo Ceresa, per sede della Cassa di Risparmio, successivamente sede SIP e ora ENEL.

"Casabella", 1933, f. 10; G. M. LUPO, 1970.
Tavola: 41

Fototeca

Soggetti correlati