Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Antonio Giuseppe Bertola (Muzzano, Biella 1647 - 1719)

Esperto in discipline giuridiche, matematiche, architettoniche, è “Maestro di Fortificazioni e di Aritmetica” (1702) e dopo la difesa nell’assedio del 1706 diviene Primo architetto civile e militare. È il responsabile per le fortificazioni di Torino negli anni critici che precedono l’assedio.


Nascita: 1647

Morte: 1719

    Categorie


  • architetto
  • ingegnere

    Indice



Personaggio distintosi in vari ambiti dell’arte del costruire, nel campo dell’architettura militare si occupa dell’aggiornamento di fortezze esistenti (Ivrea dal 1690, Demonte dal 1705) e partecipa alla realizzazione di nuove strutture da costruirsi contro le invasioni francesi: nella Valle di Susa, con Luigi de Willencourt, progetta il forte della Brunetta e un sistema di ridotte sulle montagne.
Nominato “Capo degli ingegneri per la difesa della Città” nel 1706, è l’autore di dettagliate Instruzioni per la miglioria delle difese urbane torinesi.

    Bibliografia


  • Nino Carboneri, Bertola Antonio, Bertola Giuseppe Francesco Ignazio in Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. IX, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma 1967, pp. 562-565
  • Monica Naretto, I Bertola. Una famiglia di professionisti alla corte sabauda tra Sei e Settecento, Storia e critica dei Beni Architettonici e Ambientali, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, 2002
  • Viglino Davico, Micaela (a cura di), Architetti e ingegneri militari in Piemonte tra '500 e '700. Un repertorio biografico, Omega, Torino 2008, pp. 57-58

    Ente Responsabile


  • CeSRAMP - Centro Studi e Ricerche storiche sull’Architettura Militare in Piemonte