Home \ Cardine massimo
Scheda: Luogo - Tipo: Vie e Piazze

Cardine massimo

Il cardine massimo della città romana, la principale via orientata in senso nord-sud, corrisponde grossomodo alle attuali vie di Porta palatina e San Tommaso.


Lat: 45.072522 Long: 7.682865

Costruzione: 50 - 100
seconda metà I secolo d.C.

  • Indice
  • Categorie
  • via
    • Tag
  • mostra antica
  • Nelle città romane i cardini sono le vie che percorrono l’impianto urbano da nord a sud. Il cardine maggiore (cardo maximus) di solito passa per il centro della città, per lo più in prossimità dell’area del foro dove incrocia il decumano massimo, e unisce due porte principali. Nel caso di Augusta Taurinorum il cardine maggiore va dalla Porta Palatina alla porta, oggi perduta, nota come Marmorea.

    La sede stradale era pavimentata con grossi basoli di pietra poligonali disposti regolarmente sotto i quali correvano i condotti della rete fognaria.

    Il cardine massimo è stato portato alla luce a più riprese e disegnato da Alfredo D’Andrade (Alfredo Cesare Reis Freira de Andrade (Alfredo Cesare Reis Freira de Andrade, Lisbona 26 agosto 1839 – Genova, 30 novembre 1915), architetto e direttore dell’Ufficio dell’Ufficio Regionale per la Conservazione dei Monumenti del Piemonte e della Liguria e, soprattutto, dall’architetto Carlo Promis (Torino, 1808 – 1873).

    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città
    • Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie