Home \ Cecchi Point, già edifici di civile abitazione e laboratori
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Cecchi Point, già edifici di civile abitazione e laboratori

Il Cecchi Point, operativo dal 2002, è un Hub Multiculturale, ossia uno spazio di incontro, che ha come obiettivi principali l'integrazione sociale e la promozione di iniziative di giovani associaizoni multiculturali, favorendo inoltre la fruizione di spettacoli ed eventi musicali.


VIA ANTONIO CECCHI 17

Costruzione: 1840 - 1937

Bombardamento: 25 Aprile 1944

Inaugurazione: 2002

  • Indice
  • Categorie
  • abitazione
  • laboratorio
  • bombardamento
  • auditorium
  • teatro
  • associazione culturale
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. XIX e XX secolo

    Nell'isolato compreso fra le vie Cuneo, Beinasco, Cigna e Antonio Cecchi, insistevano, negli anni Quaranta del Novecento, edifici principalmente adibiti a civile abitazione, magazzini e laboratori (una calzoleria in via Cecchi 19 risvolto via Cuneo 41 e un'officina per la produzione di tubi metallici flessibili in via Cigna 49 con risvolto in via Cecchi) costruiti indicativamente tra il 1840 e il 1937. L'isolato fu interessato da pesanti bombardamenti il 25 aprile 1944, il 13 luglio 1943, il I dicembre 1943. In particolare, al civico 17, allora edificio di comune abitazione di 5, 2 e 1 piano, risultava parzialmente distrutto e il resto sinistrato, con crollo di muricci e plafoni, distruzione del tetto e degli infissi provocato da bomba dirompente. Il tetto della porzione di stabile sinistrata risultava già ripristinato nel settembre 1944. Altri gravi danni si registrarono ai civici 4 e 6 di via Beinasco, 45 e 47 di via Cuneo, 19 di via Cecchi.

    2. Cecchi Point

    Il Cecchi Point, operativo dal 2002, è un Hub Multiculturale che si offre come spazio di incontro e di fruizione di musica e spettacoli per promuovere il protagonismo giovanile e combattere il disagio sociale.

    Il centro è attivo dal 2002 nel contesto del Progetto Adolescenti e Giovani ed è gestito dall’Associazione “Il Campanile” ONLUS negli spazi che in precedenza erano utilizzati dalle officine di manutenzione del Comune. L’obiettivo del centro è quello di offrire opportunità educative e artistiche ai giovani del territorio e della città attraverso l’offerta di un calendario di eventi culturali vasto e articolato e l’organizzazione di laboratori e corsi aperti a tutti.

    L’Hub è il prodotto di un percorso di analisi e di ricerca sulle Periferie Italiane mosso dalle fondazioni “UMANA MENTE” e “Vodafone Italia” insieme “all’ Istituto di Ricerca Sociale di Milano”.

    3. I progetti

    Per la Città di Torino l’ Hub di via Cecchi è un polo culturale e uno strumento per sperimentare nuove forme di partecipazione e di sostegno al disagio. Il Cecchi Point è un modello di gestione innovativo basato sull’autonomia di sviluppo, grazie all’apporto, economico e progettuale, delle fondazioni private. L’Hub è un incubatore di interventi che fa riferimento a tre differenti filoni progettuali:

    Spazi Educativi: attività educative e volte alla prevenzione/contrasto al disagio e all’integrazione sociale di minori italiani e stranieri sul territorio, indirizzati dalle scuole o segnalati dai servizi recupero di minori in drop-out scolastico, laboratori innovativi, percorsi educativi individualizzati e centri diurni; 
    Spazi del Protagonismo: proposte culturali, eventi, iniziative rivolte alla città e basate sulla promozione del protagonismo dei giovani e delle associazioni multi-culturali; 
    Spazi Atelier: aperti all’associazionismo degli immigrati e alle organizzazioni socio-culturali in genere.

    In quest’ambito, il Cecchi Point si propone di rivitalizzare il quartiere di Porta Palazzo attraverso l’ideazione e l’attivazione di proposte educative, formative e creative, contribuendo a favorire dinamiche interculturali, di integrazione e d’incontro, sostenendo e potenziando un luogo dove già, da diversi decenni, si incontrano persone di culture ed estrazioni sociali differenti.

     

    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT, Fondo danni di guerra, inv. 1092 cart. 22 fasc. 47
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà