Home \ Luigi Prinotto (1685 circa - 1780)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Luigi Prinotto (1685 circa - 1780)

Nessuna Immagine

Luigi Prinotto, ebanista e intarsiatore si specializzò  a Torino tra il 1712 e il 1780 nella produzione di mobili riccamente adorni di tarsie, lavorate anche in dimensioni minime.


Date note sulla vita: 1712 - 1780
Documentato a Torino

  • Indice
  • Categorie
  • barocco
  • artista
  • 1. Biografia

    Luigi Prinotto (1), ebanista e intarsiatore si specializzò a Torino tra il 1712 e il 1780 nella produzione di mobili riccamente adorni di tarsie, lavorate anche in dimensioni minime. Composti con raffinata sapienza, acquisivano carattere di fastosa eleganza pur rimanendo nel solco di una radicata tradizione. Potrebbe essere questa la ragione per la quale, pur essendosi Prinotto guadagnato dal 1721 l’apprezzamento della corte, per rivestire la carica di ebanista del re fu richiamato da Roma Pietro Piffetti, autore dal linguaggio più aggiornato ed esuberante. L’impianto decorativo rimanda direttamente alla scrivania con scene intarsiate dell’assedio del 1706 del Palazzo Reale di Torino, per la quale sono documentati pagamenti nel 1723. La scrivania in legno di palissandro ed ebano presenta scene di feste, di vita campestre e di caccia, su disegni probabilmente forniti dal pittore Pietro Domenico Olivero.

    2. Prinotto a Palazzo Madama

    Nel Museo Civico d'Arte Antica di Palazzo Madama si conservano alcune opere di Luigi Prinotto: una cornice in legno e madreperla firmata a datata 1722 che racchiude un'Annunciazione su seta dipinta da Claude Girard; uno scrigno medagliere del 1730 in legno intarsiato con ebano, palissandro, madreperla, avorio; una scrivania a ribalta con intarsi raffiguranti feste campestri e scene di caccia del 1725 circa. Un ultimo oggetto, acquistato recentemente dal Museo, nel 2001, è un tabernacolo del secondo quarto del XVIII secolo in legno intagliato, dorato e intarsiato con inserti in avorio e madreperla; proviene dalla cappella della villa "La Vernea" presso Nichelino (Torino).

    Note

    (1) http://www.palazzomadamatorino.it/opera.php?id_opera=34

    • Bibliografia
    • Sitografia