Home \ Alta velocità ferroviaria
Scheda: Tema - Tipo: Economia e industria

Alta velocità ferroviaria

Il progetto per l'alta capacità e velocità ferroviaria nel tratto Torino-Lione permette la rottura dell’isolamento di Torino dalle reti europee, avviando contemporaneamente il riassetto infrastrutturale a scala metropolitana.


Periodo di riferimento: XXI secolo

  • Indice
  • Categorie
  • scalo merci
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • Il progetto per la realizzazione dell'alta capacità e velocità ferroviaria nel tratto Torino-Lione, compreso all'interno del Corridoio V Lisbona-Kiev della rete TEN (Trans European Network), in fase di studio, consentirà la fine dell’isolamento di rispetto alle reti europee, e allo stesso tempo catalizza il riassetto infrastrutturale a scala metropolitana, connettendosi a una serie di importanti progetti come il Sistema Ferroviario Metropolitano, il Passante Ferroviario, l’asse di corso Marche. Nel 2006 è stato istituito un Osservatorio, a cui partecipano i Ministeri interessati, la Valle di Susa, la Città e la Provincia di Torino, la Regione Piemonte e i Comuni metropolitani coinvolti dalla Gronda Merci, con l'obiettivo di fornire alle Istituzioni e alle Ferrovie gli strumenti e le valutazioni utili a effettuare scelte consapevoli in merito all'opportunità e ai modi di realizzazione dell'opera. Collegato al progetto è il potenziamento strategico del Centro Intermodale di Orbassano, punto di arrivo e smistamento delle merci destinate all'area torinese. Oggetto di lunghi confronti tra i vari attori in gioco, il progetto ha presentato alcuni temi critici, a partire dalle valutazioni sull'impatto ambientale dell'opera in Valle di Susa, densamente abitata e attraversata da infrastrutture, argomento al centro delle note controversie con le comunità locali.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città