Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Casa di abitazione via Santhià 43

Villino unifamiliare, di significativo interesse ambientale e documentario. Stabile giunto fino a noi in condizioni quasi invariate dal punto di vista architettonico.


VIA SANTHIA' 43

Costruzione: 1920

Categorie

  • abitazione

Casetta unifamiliare, di interesse ambientale e documentario, tipico esempio di villino suburbano del primo Novecento; si collega al filone del floreale. I committenti della costruzione sono i coniugi Teresa Paschero e Michele Cibrario, progettista il geom. Santino Conti. Lo stabile è giunto fino a noi in condizioni quasi invariate dal punto di vista architettonico. Una recente infelice ristrutturazione ha modificato il cromatismo della facciata e l’inferriata del portone.

Note

Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
Villino
Via Santhià 43

Segnalazione di edificio civile di interesse ambientale e documentario, tipico esempio di piccola costruzione suburbana del primo Novecento; si collega al filone più aggraziato del floreale.
Edificato nel primo quarto del Novecento su progetto del geometra Conti.

AECT, Progetti Edilizi, f. 172/1920.
Tavola: 27

Sitografia

Fonti Archivistiche

  • ASCT, Progetti edilizi, 1920, n. 172.

Ente Responsabile

  • Officina della Memoria