Home \ Ingegneri militari tra il XVI e il XVIII secolo
Scheda: Tema - Tipo: Architettura e urbanistica

Ingegneri militari tra il XVI e il XVIII secolo

Nessuna Immagine

Tecnici specializzati in fortificazioni, sin dalla ricostruzione dello stato ad opera del duca Emanuele Filiberto (dal 1559) acquistano posizioni di rilievo alla corte dei Savoia a Torino, progettandone e realizzandone il sistema difensivo.

 


Periodo di riferimento: XVI secolo - XVIII secolo

  • Indice

La figura dell’ingegnere militare si afferma dal Quattrocento quando, a seguito dell’adozione dell’artiglieria, si modifica il sistema di difesa, adottando le fortificazioni bastionate, cosiddette “alla moderna”. Il nuovo tipo di fortificazione richiede la conoscenza di regole geometriche e matematiche, per adeguare forma e dimensioni delle difese contro i tiri sempre più precisi dei cannoni nemici. Sono quindi necessarie competenze specifiche di tipo tecnico: quelle richieste agli ingegneri oltre a quelle prettamente militari. Gli ingegneri militari devono saper rilevare con esattezza strutture difensive proprie e altrui, nonché le caratteristiche dei territori esaminati; disegnare secondo regole geometriche quanto rilevato; progettare cittadelle e fortezze isolate, cinte urbane bastionate, sistemi di difesa territoriale; costruire le strutture progettate adottando tecniche “moderne” per i vari tipi di materiali (terra, laterizio, pietra). Dal momento in cui il duca di Savoia decide di fortificare il suo stato riconquistato dopo la pace del 1559, gli ingegneri militari acquistano una posizione chiave alla corte di Torino, formando un embrione di “scuola”, capeggiata dallo stesso duca, di esperti nell’arte della guerra. In questo primo momento si tratta di tecnici provenienti da varie corti italiane, mentre sul finire del secolo inizierà ad affermarsi un gruppo di ingegneri piemontesi che opererà poi per tutto il Seicento. Successivamente la figura dell’ingegnere militare, che emerge per esperienza e doti personali, lascerà il posto a esperti appositamente preparati nelle “Scuole regie teoriche e pratiche d’artiglieria e fortificazione” (istituite nel 1739).

  • Bibliografia
  • Ente Responsabile
  • CeSRAMP - Centro Studi e Ricerche storiche sull’Architettura Militare in Piemonte