Home \ 8° Quartiere IACP
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

8° Quartiere IACP

Si tratta dell’ultimo quartiere eseguito fra il 1907, anno di fondazione dell’ente, e la grande guerra. I fabbricati sono articolati secondo un’impostazione tipologica che, oltre a caratterizzare tutti gli insediamenti di quegli anni, sarebbe stata iterata con poche varianti sino ai primi anni Trenta.


Lat: 45.036888 Long: 7.674247

Costruzione: 1910 - 1912

  • Indice
  • Categorie
  • edilizia popolare
  • abitazione
  • Costruito fra il 1910 e il 1912, si tratta dell’ultimo insediamento realizzato dall’Istituto per le case popolari di Torino nell’ambito della prima fase di attività, svolta fra la fondazione avvenuta nel 1907 e la vigilia della grande guerra. Delimitato dagli assi viari di corso Spezia e via Santena, l’insieme di queste palazzine occupò un terreno stralciato dall’antica cascina Ceresa, ceduto gratuitamente dal Comune, benché l’avvio dei lavori fosse stato incentivato da una donazione in denaro da parte della Fiat al fine di sollecitare la costruzione di abitazioni popolari nella zona degli stabilimenti di corso Dante. Senza discostarsi dalle scelte compiute sino a quel momento, il quartiere fu strutturato in corpi di fabbrica a cinque piani fuori terra collegati da strutture di minore altezza in cui si apriva il passo carraio che immetteva nel cortile. Attraverso quest’ultimo era possibile raggiungere i vani scala per l’accesso agli alloggi, sotto l’attenzione vigile dei portinai deputati anche a esercitare forme di controllo sociale. Nel 1938 il quartiere fu ceduto al Comune, in seguito ad accordi che comportarono l’acquisizione delle case economiche municipali edificate fra corso Belgio e le vie Ricasoli e Manin e quelle erette in corso Dante all’altezza delle vie Giotto e Ormea. Risalenti entrambi al 1922, tali edifici divennero rispettivamente il 20° e il 21° quartiere dell’Istituto per le case popolari di Torino, nell’ambito di una serie di permute stipulate in quegli anni.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    QUARTIERE 8°
    Corso Spezia 53, 55, Via Santena

    Quartiere IACP di edilizia popolare.
    Nucleo di edifici civili di valore ambientale e documentario, tipico esempio di edilizia popolare del primo periodo IACP (1908-1920).
    Su progetto del 1910 edificazione di quattro edifici di civile abitazione per conto dell' IACP ceduti nel 1938 al Comune di Torino in permuta con i quartieri 20° e 21°.

    IACP, 1967; ID., 1972; E. TAMAGNO, in AA.VV., Patrimonio […], 1980; ID., 1981; L. FAVERO, 1979
    Tavola: 66

    • Bibliografia
    • Fototeca