Home \ Lapide dedicata ad Alessandro Ferrero de La Marmora
Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Lapide dedicata ad Alessandro Ferrero de La Marmora

La lapide dedicata ad Alessandro Ferrero della Marmora (1799-1855), fondatore dei Bersaglieri, fu posta su Palazzo Cisterna, ove il generale nacque, in occasione del cinquantenario del Corpo, nel 1886. Altre targhe furono poi poste in varie ricorrenze.


VIA MARIA VITTORIA 16

Realizzazione: 1886
Collocazione prima lapide

Realizzazione: 1955
Collocazione seconda lapide

Realizzazione: 2005
Collocazione terza lapide

  • Indice
  • Categorie
  • risorgimento
  • lapide
  • Iscrizione

    ALESSANDRO LAMARMORA/

    NACQUE IN QUESTA CASA/

    IL 27 MARZO 1799/

    IL 18 GIUGNO DELL’ANNO 1886/

    FESTEGGIANDOSI IL CINQUANTENARIO/

    DELLA FONDAZIONE DEI BERSAGLIERI/

    GLI EX BERSAGLIERI INTERVENUTI ALLA FESTA/

    IN SEGNO DI AFFETTO E DI OMAGGIO/

    QUESTO RICORDO POSERO.

    _

    AL FONDATORE/

    NEL CENTENARIO DI SUA MORTE/

    SECOLARE FOLGORANTE EPOPEA/

    I BERSAGLIERI/

    NEL NOME D’ITALIA CONSACRANO/

    1955  

    _

    A 150 ANNI DALLA MORTE/

    NEL RICORDO/

    DI ALESSANDRO LAMARMORA/

    FONDATORE DEI BERSAGLIERI/

    TORINO 2005

     

    Il 18 giugno 1886, in occasione del cinquantesimo anno di fondazione del corpo militare dei Bersaglieri, il generale Alessandro Lamarmora fu commemorato con festeggiamenti nazionali. A Torino gli ex Bersaglieri apposero una lapide sul fronte della residenza in cui egli nacque, il 27 marzo 1799, a Palazzo dal Pozzo della Cisterna. Di nobile famiglia, Lamarmora fu avviato come i suoi fratelli, dei quali ben quattro divennero generali, alla carriera militare, e il 18 giugno 1836 il Sovrano Carlo Alberto istituì la moderna fanteria d’assalto del Corpo dei Bersaglieri,  nata da un progetto del generale torinese, affidandogliene il comando.
    La lapide marmorea fu inaugurata con una solenne cerimonia alla presenza del Sindaco Ernesto Balbo Bertone Conte di Sambuy, di rappresentanti della cittadinanza e del Comitato promotore degli ex bersaglieri; parteciparono inoltre all’adunata anche i Bersaglieri delle province di Modena, Ginevra, Chambery, Casale, Vercelli ed Alessandria.
    In occasione del centesimo e del centocinquantesimo anniversario dalla sua morte, rispettivamente nel 1955 e 2005, altre due lapidi sono state disposte al fine di rinnovarne la memoria.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • - Archivio Storico della Città di Torino, Affari Lavori Pubblici, 1886, Monumenti e Lapidi, Cart.155, Fasc. 2
    • - Archivio Storico della Città di Torino, Gruppo II, Classe II, Fasc. 14, Ricordo del primo 50° anno dei Bersaglieri e verbale di consegna della lapide commemorativa in onore del Gen. Alessandro Lamarmora, 18 giugno 1886.
    • - Archivio Storico della Città di Torino, Affari Lavori Pubblici, 1955, Lapidi e Musei, Cart.1089, Fasc. 12
    • - Archivio Storico della Città di Torino, Atti Municipali, 1955, CC. 55