Home \ Bocciodromo Fortino
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Bocciodromo Fortino

Il complesso, gestito dal 1922 dall'A.S.D. Fortino, si è sempre distinto nell'organizzazione di gare, incontri e manifestazioni ad altissimo livello sportivo e sociale. La struttura, appena rimodernata dal Comune, è un complesso sportivo boccistico a livello Internazionale. Durante il secondo conflitto mondiale, venne interessato dal bombardamento del 13 lugli 1943, che lo danneggiò lievemente.


Lat: 45.08444515185806 Long: 7.680167555809021

Costruzione: 1906

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bocciofila
  • bombardamento
  • impianto sportivo
    • Tag
  • bombardamenti
  • Bombardamenti

    Il complesso destinato al gioco delle bocce, corrispondente al civico 50 di via Francesco Cigna, tra strada del Fortino e la Dora, ospitava un edificio in cemento armato, di un piano fuori terra ad uso ufficio e magazzini, e alcune tettoie. Durante l'incursione aerea del 13 luglio 1943, soffio di bombe dirompenti causò il sinistramento del fabbricato con distacco parziale del tetto e schiantamento di infissi. La struttura, appena rimodernata dal Comune, è oggi un complesso sportivo boccistico a livello internazionale.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    GIOCO BOCCE
    Via Cigna, Via del Fortino

    Campo sportivo (sferisterio e gioco bocce).
    Segnalazione di rudere di interesse documentario della diffusione dello stile liberty di primo Novecento nelle attrezzature per lo sport.
    Costruito presumibilmente nel 1906 su progetto di De Vecchi, per quanto riguarda il gioco bocce, nel 1915 il muro dello sferisterio.

    M. LEVA PISTOI, 1969; ASCT, Progetti Edilizi, ff. 154/1906; 336/1915; 414/1915.
    Tavola: 33

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 452, cart. 9, fasc. 3, n.ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà