Home \ I giganti marini del Pliocene nel Mare Piemontese
Scheda: Luogo - Tipo: Geosito

I giganti marini del Pliocene nel Mare Piemontese

Nei sedimenti pliocenici dell’Astigiano si rinvengono occasionalmente parti scheletriche di vertebrati marini, tra cui squali, balenottere e delfini.

 


Lat: 44.8643 Long: 8.2204

Notizie dal: 1999a.C.
TAPPA I – da 5 a 2,5 MILIONI ANNI

  • Indice
  • Tag
  • mostra prima della città
  • Nei sedimenti pliocenici dell’Astigiano si rinvengono occasionalmente parti scheletriche di vertebrati marini. Si tratta di resti di squali, rappresentati da denti isolati o più raramente in insiemi anatomici, e di apparati scheletrici di cetacei, più vistosi almeno per le dimensioni. In particolare, sono noti i resti di balenottere e delfini i cui esemplari più recenti provengono da siti dei dintorni di San Marzanotto nel comune di Asti. Damarco (2009, p. 251) precisa che “Si suppone che all’epoca, in questo mare di acque basse, i cetacei si concentrassero per l’abbondanza di cibo o forse per riunioni nuziali come accade attualmente in baie riparate. I corpi di alcune di questi, spinti dalla corrente dopo la morte, potevano arenarsi sui bassi fondali e successivamente essere sepolti”.

    • Bibliografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città
    • Dipartimento di Scienze della Terra, Università degli studi di Torino