Home \ Ex aranciera e serra reale
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Ex aranciera e serra reale

Gli edifici, attualmente corrispondenti al civico 105 di corso Regina Margherita, posti all'interno della cinta dei Giardini Reali, venivano un tempo utilizzati come aranciera e come serra. Durante il secondo conflitto mondiale vennero danneggiati dal bombardamento del 13 luglio 1943. I fabbricati sono attualmente parte integrante del Museo di Antichità.


Lat: 45.074897653845376 Long: 7.687995582818985

Costruzione: XVIII Sec. (1700-1799)

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • museo
    • Tag
  • bombardamenti
  • Bombardamenti

    Il fabbricato individuato come serra reale, di un piano fuori terra, costruito in muratura e composto da due locali, veniva adibito a serra. Si trovava all'interno dei giardini reali nella parte non aperta al pubblico e affacciava su corso Regina Margherita. Nel corso dell'incursione aerea del 13 luglio 1943 fu colpito da bombe dirompenti che causarono il parziale distacco della copertura del tetto, lesioni ai muri ed alle volte, nonché danni agli infissi. Le parti danneggiate risultavano, alla data del 21 giugno 1944, ripristinate.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    GIÀ ARANCIERA, ANNESSA AI GIARDINI REALI
    Corso Regina Margherita, Viale I Maggio

    Edificio museale.
    Edificio di valore documentario, integrato nel sistema microurbano dei Giardini e di Palazzo Reale.
    Approvato nel 1914 ed eseguito in seguito, il fabbricato faceva parte del " piano di attraversamento" dei Giardini Reali, su progetto dell'Ufficio Tecnico dei Lavori Pubblici del Comune di Torino

    M. MAFFIOLI, C. BUFFA, 1982, pp. 73 sg.
    Tavola: 41

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT fondo danni di guerra, inv. 65, cart. 2, fasc. 2, n. ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà