Home \ Fabbrica Giocattoli Educativi Quercetti, ex stabilimento INCET
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Fabbrica Giocattoli Educativi Quercetti, ex stabilimento INCET

L'isolato compreso tra le vie Mondovì, Pinerolo, Cigna e corso Vigevano, in gran parte occupato da uno stabilimento dell'industria INCET, venne bombardato e quasi totalmente distrutto durante il bombardamento del 13 luglio 1943. Attualmente l'area è occupata dalla Quercetti & C. S.p.A. Fabbrica Giocattoli Educativi.


Lat: 45.089134 Long: 7.68397

Costruzione: 1909

Bombardamento: 23 Aprile 1944

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • fabbrica
  • industria
    • Tag
  • bombardamenti
  • Bombardamenti

    L'isolato compreso tra le vie Mondovì, Pinerolo, Cigna e corso Vigevano, era occupato da un fabbricato dell'industria INCET e relative tettoie con copertura in tegole, da un edificio di civile abitazione e dal Lanificio Giordano, che occupava sedici locali al civico 25 di corso Vigevano. Durante l'incursione aerea del 13 luglio 1943, bombe incendiarie distrussero totalmente lo stabilimento INCET.

    Per quanto riguarda lo stabile di signorile abitazione al numero 41 di via Mondovì (oggi via Damiano 23), colpito anche dal bombardamento del 23 aprile 1944, un soffio di bomba dirompente distrusse l'ultimo piano. L'industria Giordano, lane e stoffe, che aveva sede in un edificio in cemento armato di due piani fuori terra, venne parzialmente distrutta da una bomba incendiaria, mentre parte dei locali fu sinistrata da soffio di bomba dirompente.

    Nel settembre 1944 nell'isolato non risultava ancora avviata alcuna opera di rifacimento. Attualmente l'area è occupata dalla Quercetti & C. S.p.A. Fabbrica Giocattoli Educativi.

     

    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 1049, cart. 22, fasc. 4, n. ord. 1
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà