Home \ Lapide dedicata a Liberina Lucca (1910 - 1945)
Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Lapide dedicata a Liberina Lucca (1910 - 1945)

La lapide in memoria di Liberina Lucca è collocata in via San Dalmazzo 7.


VIA S. DALMAZZO 7

Realizzazione: 1946

Restauro: 2011
Intervento di pulitura a cura del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale

  • Indice
  • Categorie
  • lapide
    • Tag
  • lapidi resistenza
  • Lucca Liberina 27. 4. 1945. Libera Laura Lucca era nata a Torino il 22 giugno 1910, da famiglia di artigiani di tradizioni socialiste. Modista, risiedeva in via Tiziano 25. Sfollata durante la guerra a Castelnuovo Nigra, dopo l’8 settembre 1943 entrò subito in contatto con le prime bande canavesane tenendo i collegamenti fra le formazioni e la città, curando gli approvvigionamenti e l’assistenza ai feriti e alle famiglie dei partigiani. Arrestata ed imprigionata ad Aosta per una delazione, riuscì ad essere liberata. Fu responsabile del servizio informazioni della 3ª brigata della divisione Matteotti Davito. Durante le operazioni per la liberazione di Torino, il mattino del 27 aprile 1945, giunse a Torino per recarsi all’albergo Canelli, in via San Dalmazzo 5, una delle sedi del comando delle formazioni Matteotti, per portarvi dispacci della sua brigata. Malgrado i colpi d’arma da fuoco che solcavano la via, volle uscire per proseguire la sua missione ma, appena affacciatasi dal portone, cadde colpita al capo dal proiettile di un cecchino fascista. (Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese; Aisrp, testimonianza di Giuseppe Boccalatte; Comizio, L’eroina delle brigate Matteotti. Vita e morte di Liberina, “Avanti!”, ediz. di Torino, n. 90, 10 agosto 1945; Donne piemontesi nella lotta di liberazione, cit., p. 49) (1)

    Note

    (1) Testo tratto da Adduci, Nicola [et al.] (a cura di), Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà - Istoreto, Torino 2015, p. 144

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Aisrp, Archivio dell’Istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Istoreto
    • MuseoTorino
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà