Home \ Società di Mutuo Soccorso fra soli Operai del Borgo della Madonna della Salute
Scheda: Soggetto - Tipo: Società

Società di Mutuo Soccorso fra soli Operai del Borgo della Madonna della Salute

Fondata nel 1888, è la controparte di ispirazione liberale della coeva Società fra gli Operai di Borgo Vittoria, d’ispirazione socialista, con cui si contende il ruolo di polo aggregativo per gli operai maschi residenti in zona.


Lat: 45.093845 Long: 7.673733

Fondazione: 1888

  • Indice
  • Categorie
  • associazione operaia
  • La Società di Mutuo Soccorso fra soli Operai del Borgo della Madonna della Salute, una delle cinque Società che nascono nella vecchia barriera di Lanzo fra il 1886 e il 1890, è la controparte di ispirazione liberale di quella fra gli Operai di Borgo Vittoria, simpatizzante socialista.

    Fondata due mesi dopo quest’ultima nel settembre 1888, ha sede in strada Lanzo 113 e deve il proprio nome al santuario che si sta costruendo nel nascente borgo Vittoria.

    Fra il 1888 e il 1892 [1] le cariche istituzionali sono ricoperte da Giuseppe Varisella (presidente), Giacinto Boetto e Alberto Falchero (vicepresidenti), Olimpio Gardino (segretario), Eugenio Cavallero (cassiere).

    Pur dichiarandosi apolitica, è chiaro che la Società apre su incentivo dei liberali locali, proprio a partire dal presidente Varisella. Egli è infatti legato all’entourage dell’importante industriale della concia Giuseppe Durio, ricoprendo dal 1880 per alcuni anni la carica di presidente della Società di Mutuo Soccorso di Madonna di Campagna «voluta da Giuseppe Durio e sotto la sua diretta influenza» [2].

    La Società è di tipo territoriale, riunisce cioè gli operai maschi della zona, in particolare quelli del settore meccanico occupati alla fucina delle canne e alla SAIA, e quelli del settore conciario.

    A un anno dalla sua apertura i soci passano da 130 a 250, un incremento che si legge più in generale nelle Società territoriali della zona, che diventano l’alternativa più immediata alle Società già esistenti entro cinta, come quella della Barriera di Lanzo.

    Note

    [1]  I dati che abbiamo a disposizione riguardano solo questi anni. Cfr. Archivio di Stato di Torino, Questura di Torino, Versamento 1D, 1881-1890, mazzo 153 e 154

    [2]  VINCENZO DE LUCA, ROBERTO ORLANDINI, GIORGIO SACCHI, LIRIS SCHIAVI, WALTER TUCCI., «Nascita di nuove borgate e inizio di una nuova moralità comunitaria (1879-1889)», in Soggetti e problemi di storia della zona Nord-Ovest di Torino dal 1796 al 1889. Lucento, Madonna di Campagna e Borgo Vittoria, a cura del Laboratorio di ricerca storica sulla periferia urbana della zona Nord-Ovest di Torino, Università degli studi di Torino, Facoltà di Scienze della Formazione, 1998, pp. 144-145

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • Archivio di Stato di Torino, Questura di Torino, Versamento 1D, 1881-1890, mazzo 153 e 154
    • Ente Responsabile
    • Comitato Parco Dora