Home \ Bruno de Baratonia (XI secolo)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Bruno de Baratonia (XI secolo)

Nessuna Immagine

Bruno de Baratonia fa parte dell’apparato politico-amministrativo della marca torinese fin dal 1041, con il titolo di vicecomes, visconte. Nel 1075 è il primo a usare la formula “de Barratonia”, adottata poi dai suoi discendenti.


Date note sulla vita: 1041
– Prima attestazione di Bruno

Date note sulla vita: 1075
– Prima attestazione della formula “de Barratonia”

  • Indice
  • Categorie
  • amministratore pubblico
  • nobile
    • Tag
  • mostra medievale
  • Bruno, o Vitelmo Bruno, è un personaggio che appare al fianco di Adelaide fin dal 1041 e apre una questione su cui la documentazione esistente non permette di fare completa chiarezza, quella dei visconti di Torino. Infatti Bruno viene definito nei documenti vicecomes (visconte, appunto) senza nessuna indicazione territoriale che aiuti a definire le sue competenze. Solo in seguito, nel 1075, il suo nome viene accostato alla formula “de Barratonia”, che verrà poi mantenuta dai suoi discendenti, che si definiranno “visconti di Baratonia”. Questa indicazione geografica non era però legata al carattere pubblico della carica di Bruno, ma piuttosto al luogo in cui la famiglia stava gettando le basi per una signoria locale, fidando nei propri possessi fondiari. Adelaide non doveva essere ignara del fatto che il prestigio di una carica pubblica e di un titolo come quello di visconte stesse alimentando e dando impulso allo sviluppo in senso signorile del suo funzionario. Infatti, potrebbe essere per il desiderio di frenare questo processo che Adelaide decise di scegliere altri funzionari, sempre diversi, da elevare all’ufficio viscontile, a scapito di Bruno e della sua famiglia.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città