MuseoTorino
Home \ In evidenza \ Accadde a maggio.

Corteo del I maggio davanti alla Camera del Lavoro, 1945. ASCT, Fondo Gazzetta del Popolo I 1369B. © Archivio Storico della Città di Torino

Accadde a maggio.

Accadde in maggio! Questo ...e molto altro..., in realtà.


  • Scelte per voi

Italia ’61

Italia ’61 fu un villaggio delle meraviglie edificato al parco del Valentino, esibizione di divertimento e modernità, inserita nel solco delle esposizioni ottocentesche e simbolo dell’ottimismo per il nascente «miracolo economico».

Sciopero generale contro la guerra (1915)

Sciopero generale contro la guerra (1915)

Dopo una serie di manifestazioni di interventisti e neutralisti, il 16 maggio 1915 si apre a Bologna il convegno nazionale del Partito socialista al fine di discutere l'opportunità di uno sciopero generale. A Torino, nonostante alcuni pareri contrari, alla Camera del lavoro si stabilisce di indire lo sciopero senza attendere la decisione di Bologna. Le manifestazioni dureranno 48 ore e saranno caratterizzate da un gran numero di partecipanti e da violentissimi scontri con la Cavalleria.

Scioperi degli operai tessili (30 aprile – 17 maggio 1906)

Scioperi degli operai tessili (30 aprile – 17 maggio 1906)

Serie di scioperi coordinati e di manifestazioni che coinvolgono gli operai e le operaie degli stabilimenti tessili torinesi e che si concludono con una sostanziale vittoria della componente operaia, che ottiene una riduzione sugli orari, migliori condizioni lavorative e aumenti salariali.

L’inaugurazione del primo Parlamento subalpino

L’inaugurazione del primo Parlamento subalpino

Il 27 aprile si tengono le prime elezioni per la Camera dei deputati, secondo un sistema censitario. Il 3 aprile e il 3 maggio il Re nomina i primi senatori. L’8 maggio Eugenio di Savoia Carignano inaugura il primo Parlamento subalpino.

Lapide con motivazione medaglia d'oro

Il 29 maggio 1959, alla città di Torino viene conferita la medaglia d'oro al valor militare riconoscendone l'alto sacrificio nella Resistenza e nella lotta di Liberazione dal nazifascismo. La lapide, posta sulla facciata del Municipio, riporta la motivazione del conferimento.

Aula del Parlamento subalpino

Con la concessione dello Statuto albertino, accanto ad un Senato di nomina regia, venne istituita una Camera elettiva. I 204 deputati poterono riunirsi dal maggio 1848 nell’emiciclo allestito da Carlo Sada nel salone del Guarini di palazzo Carignano.  

Medaglia d'oro al valor militare

Il 29 maggio 1959, alla città di Torino viene conferita la medaglia d'oro al valor militare riconoscendone l'alto sacrificio nella Resistenza e nella lotta di Liberazione dal nazifascismo.

  • con il sotegno della
    Compagnia di San Paolo
  • partner
    Iren eni gtt
  • technical partner
    topix
  • social network
    Scopri MuseoTorino su Twitter Scopri MuseoTorino su Facebook
Vai al sito della città di Torino