Home \ Palazzo della Moda e Torino Esposizioni
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Palazzo della Moda e Torino Esposizioni

Nella conformazione originaria, una tra le opere razionaliste più coerenti a Torino. Nel padiglione Agnelli, l’opera di Pier Luigi Nervi declina la scienza del cemento armato come arte. Il Palazzo della moda fu ripetutamente colpito da bombardamenti.


CORSO MASSIMO D'AZEGLIO 15

Costruzione: 1938

Bombardamento: 08 Novembre 1942

Bombardamento: 13 Luglio 1943

Ampliamento: 1948 - 1950

Ampliamento: 1960

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • teatro
  • università
  • impianto sportivo
  • razionalismo
  • padiglione espositivo
  • centro espositivo
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • bombardamenti
  • Storia dell'edificio

    Nel 1936 la città bandisce un appalto-concorso per la costruzione di una sede per le mostre di moda nel parco del Valentino. Si aggiudica la gara l’architetto trentino Ettore Sottsass Sr. (1882-1953), insieme all’impresa Ferraris e Bellardo. Il progetto, completato nel 1938, prevede un impianto di quattro edifici disposti intorno a un giardino rettangolare. All’estremità nord, di fianco all’ingresso porticato in vetrocemento, un volume cilindrico vetrato accoglie un ristorante, mentre a sud il complesso è concluso da un teatro all’aperto. Nel dopoguerra la struttura subisce diverse trasformazioni, a iniziare dalla sostituzione nel 1948 del padiglione centrale con un salone absidato, progettato da Carlo Biscaretti di Ruffia (1879-1959) e coperto dalla sottile struttura autoportante in voltini prefabbricati disegnata dall’ingegner Pier Luigi Nervi (1891-1979). Nel 1950 il nuovo padiglione, intitolato a Giovanni Agnelli, è ulteriormente allungato ricoprendo l’intero giardino. Lo stesso Nervi aggiunge in seguito un padiglione rettangolare su via Petrarca, caratterizzato da una volta a vela nervata poggiante su quattro arconi. Nel 1960 Riccardo Morandi progetta invece, di fianco all’estremità nord, un salone sotterraneo costituito da una volta tesa senza appoggi intermedi, intessuta da sottili strutture in cemento armato precompresso intrecciate fra loro. Ulteriori modifiche al complesso trasformano pressoché radicalmente il progetto iniziale di Sottsass. Dal 1989 l’attività fieristica si sposta al Lingotto: parte del complesso è sede didattica dell’Università degli Studi di Torino, mentre una parte del padiglione Giovanni Agnelli è utilizzato, fino al 2001, come palaghiaccio. In occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006 Torino Esposizioni ha ospitato un impianto per l'hockey su ghiaccio.

    Bombardamenti

    Il Palazzo della Moda, ospitante la sede dell’ente Moda e i relativi magazzini, fu colpito dai bombardamenti notturni effettuati dalla RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro, nelle notti dell’8 novembre 1942 [il dato è fornito da fonte archivistica, ma non risultano bombardamenti in quella data] e del 13 luglio 1943. I bombardamenti causarono gravi danni alla copertura del tetto e lesioni agli infissi a causa di bomba incendiaria.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    PALAZZO DELLA MODA, POI TORINO ESPOSIZIONI
    Corso D'Azeglio 88

    Palazzo per esposizioni.
    Edificio per esposizioni di valore documentario, rilevante esempio di architettura razionalista tra le due guerre, qualificante la testata Sud del Parco del Valentino.
    Progetto assegnato su concorso a Ettore Sottsass (1936-1938); del primitivo impianto restano il portico, l'atrio, il salone, la manica su Corso Massimo D'Azeglio (alterata), il ristorante a sinistra (La Rotonda), il Teatro coperto (Teatro Nuovo).
    Nel dopoguerra viene riconvertito a palazzo per esposizioni (cfr. 39b).

    "Domus", 1948, n. 231; "Casabella", 1936, n. 108; "L'Architettura Italiana", 1939, n. 1.
    Tavola: 58

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv.364, cart.6, fasc.3, n.ord. 1
    • ASCT, Consiglio Comunale del 11 gennaio 1941. Verbale 2 paragrafo 25. Palazzo della Moda. Mascheramento del fronte verso il Po
    • ASCT, Consiglio Comunale del 12 giugno 1944. Verbale 24 paragrafo 30. Palazzo Della Moda e delle Esposizioni. Costruzione di muricci per separazione magazzini e ricupero materiale per mezzo della ditta di ordinario mantenimento Rossi geom. Domenico
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà