Home \ Scuola elementare Vittorino da Feltre
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Scuola elementare Vittorino da Feltre

Scuola storica la cui costruzione era stata interrotta dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, dal 1967 ha una succursale presso l’ospedale infantile Regina Margherita. L’edificio fu distrutto durante i bombardamenti e poi ricostruito.


VIA FINALMARINA 5

Costruzione: 1915

Realizzazione: 1919

Inaugurazione: 1921 - 1922

Bombardamento: 20 Novembre 1942

Rifacimento: 1950 - 1959

Notizie dal: 1954
per ricostruzione

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • scuola
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    Nel 1915 viene autorizzata la costruzione di un edificio scolastico nella regione oltre la barriera di Nizza, sopra un isolato compreso fra la via Demonte e tre vie ancora a denominarsi, nelle vicinanze della strada provinciale di Nizza. Il nuovo fabbricato, su progetto dell’ingegner Barale del Comune di Torino, è pensato con 37 aule, oltre ai locali per la direzione, gli insegnanti, i bidelli; due palestre, un refettorio e alloggio per i custodi. Ma quando già sono edificati il piano sotterraneo e le mura del piano terra, i lavori vengono interrotti a causa delle «anormali condizioni del mercato dei materiali da costruzione e della mano d’opera prodotte dalla guerra»¹. In questa maniera l’edificio scolastico, la cui costruzione era ripresa con delibera del 14 aprile 1919, inizia a essere attiva solo dall’anno scolastico 1921-1922, già con il nome di Vittorino da Feltre (educatore e umanista trecentesco). Tracce della scuola si hanno dal 1916 quando risulta avere cinque succursali, tutte in edifici privati: tre classi in via Demonte 103, diciotto nella stessa via ai civici 4 e 6, una in corso Spezia 36, due al civico 41 e infine sei classi in via Nizza 175. Viene descritta come «una delle più belle sedi moderne della scuole municipali. […] con 1.000 allievi, patronato, ampio cortile e giardino per l’insegnamento agrario»². Dispone anche di corsi serali e festivi, oltre che di classi diurne di avviamento al lavoro attive dal 1926. È sede inoltre di una Biblioteca Popolare circolante.

    2. Bombardamenti

    Durante la Seconda Guerra Mondiale l’edificio è utilizzato come ricovero temporaneo per i sinistrati bellici, prima di essere totalmente distrutto dalle bombe. L’edificio viene colpito da aerei della RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro la notte del 20 novembre 1942. Le lezioni posso riprendere solo trasferendosi presso la succursale in corso Spezia, angolo via Nizza. Dopo la ricostruzione, avvenuta a partire dagli anni Cinquanta, la scuola conta, negli anni Sessanta, 1.160 alunni, oltre a quelli iscritti presso la succursale Parato e ai bambini ospedalizzati presso l’Ospedale Infantile.

    Note

    ¹ Archivio Storico della Città di Torino, Annuario Statistico, 1915.

    ² Abate Daga P., Alle porte di Torino (Studio storico critico dello sviluppo della vita e dei bisogni delle regioni periferiche della città), Italia ind. art., Torino, 1926, pp. 135-137.

     

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    SCUOLA ELEMENTARE V. DA FELTRE
    Isolato compreso tra le Vie Genova, Spotorno, Finalmarina

    Edificio per l'istruzione destinato a scuola elementare.
    Segnalazione di edificio per l'istruzione di interesse documentario.
    Edificio costruito tra il 1916 e il 1921 su progetto dell'ing. Barale per conto del Comune di Torino.

    L. OTTINO, 1951.
    Tavola: 73/74

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 2266, cart. 45, fasc. 45, n.ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Fondazione Tancredi di Barolo
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà