Home \ Teatro Regio
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Teatro Regio

Una delle opere-simbolo della produzione di Carlo Mollino, che inventa per il teatro nuove forme e tipologie, attuando un audace confronto tra nuovo e preesistenza monumentale.


PIAZZA CASTELLO 215

Realizzazione: 1964 - 1973

Inaugurazione: 10 Aprile 1973

  • Indice
  • Categorie
  • auditorium
  • teatro
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • Nel 1936 un incendio distrugge il Teatro Regio realizzato a metà Settecento da Benedetto Alfieri in piazza Castello. Il concorso per la sua ricostruzione, bandito nello stesso anno, è vinto dagli architetti Aldo Morbelli (1903-1963) e Robaldo Morozzo della Rocca (1904-1993). Il progetto tuttavia non ha seguito e quattro anni dopo l’Italia entra in guerra. Nel 1955 Morbelli e Morozzo della Rocca presentano un progetto che orienta la sala principale del teatro parallelamente a via Verdi, in un edificio previsto in aderenza al fronte su piazza Castello. Con la scomparsa di Morbelli e ulteriori variazioni nel programma finanziario dell’opera (che impone una sensibile riduzione del numero di posti), nel 1965 l’amministrazione incarica l’architetto Carlo Mollino (1905-1973) e l’ingegner Marcello Zavelani Rossi di un nuovo progetto, che i due progettisti elaborano con la collaborazione di Carlo Graffi e Adolfo Zavelani Rossi. I lavori iniziano due anni più tardi e si protraggono fino al 1973. Tenendo conto delle parti già eseguite, Mollino realizza un volume che si distacca dalla manica settecentesca, collegandolo ad essa tramite due collegamenti sopraelevati. Le pareti laterali del teatro sono flessuose, caratterizzate da un disegno stellare in laterizio che richiama le geometrie decorative di Palazzo Carignano. All’interno, il superbo foyer è un vero e proprio sistema aereo di scale e passerelle. Mollino progetta anche una sala per concerti al di sotto del portico, il Piccolo Regio, che viene tuttavia radicalmente trasformata negli anni successivi. La copertura a guscio è opera dell’ingegnere Felice Bertone. Nel 1994 il teatro subisce una serie di interventi che interessano la sala principale e la piazzetta antistante l’ingresso. Per quanto riguarda la sala, gli interventi coordinati da Roberto Gabetti e Aimaro Isola per migliorarne l’acustica comportano la radicale trasformazione del boccascena e la sostituzione dei rivestimenti. Lo spazio di fronte all’ingresso principale viene invece chiuso da una cancellata disegnata dall’artista Umberto Mastroianni.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    TEATRO REGIO
    Piazza Castello, Via Verdi

    Teatro lirico.
    Edificio di valore documentario tra i maggiori esempi contemporanei di architettura per lo spettacolo.
    Il Teatro del Re fu edificato nel 1738 su disegno dell'arch. Benedetto Alfieri e inaugurato nel 1740. Restaurato in seguito da C. Randoni, G. Pregliasco, P. Palagi, ed ancora da Cocito nel 1905, venne completamente distrutto da un incendio nel 1936, salvo per il muro di facciata. Il concorso per la ricostruzione del Teatro, fu vinto dagli architetti A. Morbelli e R. Morozzo della Rocca; ma il progetto definitivo fu eseguito dagli architetti C. Mollino e C. Graffi con M. Zavelani Rossi, tra il 1968 e il '73.

    C. MOLLINO - C. ZAVELANI ROSSI, 1966; ART 1973. n. 9; "L'Architettura - Cronache e Storia", 1974. n. 228; L. TAMBURINI, s.d., pp. 27-36. 73-88. 175-184; AA.VV.. Storia del Teatro Regio di Torino. 4 voll.. 1976-1983.
    Tavola: 41

    • Bibliografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città