Home \ Leone Ginzburg (Odessa, Ucraina, 1909 - Roma, 1944)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Leone Ginzburg (Odessa, Ucraina, 1909 - Roma, 1944)

Nessuna Immagine

Letterato e antifascista, insegnò all'Università di Torino e fu tra i primi collaboratori della casa editrice Einaudi. Nel 1933 fu allontanato dall'insegnamento per essersi rifiutato di prestare fedeltà al Fascismo. Tra i fondatori del movimento di Giustizia e Libertà, fu perseguitato e mandato al confino in Abruzzo con la moglie Natalia e i figli.


Nascita: 04 Aprile 1909

Date note sulla vita: 1920
Trasferimento a Torino

Date note sulla vita: 1932
Dà vita a un nuovo gruppo torinese di Giustizia e libertà

Date note sulla vita: 12 Febbraio 1938
Matrimonio con Natalia

Date note sulla vita: 1939
Nascita del figlio Carlo

Date note sulla vita: 1940
Nascita del figlio Andrea

Date note sulla vita: 1943
Nascita della figlia Alessandra

Morte: 05 Febbraio 1944

  • Indice
  • Categorie
  • docente universitario
  • critico
  • letterato
  • 1. Biografia

    Nacque a Odessa, in Ucraina, da Fëdor Nikolaevič e da Vera Griliches, in una famiglia ebrea. Insegnò giovanissimo alla Università di Torino e fu tra i primi collaboratori della casa editrice Einaudi. Nel 1933 fu allontanato dall'insegnamento per essersi rifiutato di prestare fedeltà al fascismo. Tra i fondatori del movimento di Giustizia e Libertà, dal 1934 subì una serie di persecuzioni fino al confino a Tornimparte in Abruzzo con la moglie Natalia e i figli. Ha lasciato notevoli studi sulle letterature russa, francese, italiana (Scrittori russi, 1948; Scritti, 1964) e parecchie traduzioni, soprattutto di autori russi. Collaborò alla rivista "La Cultura".

    2. Iniziative in ricordo di Leone Ginzburg

    Alla memoria di Leone Ginzburg, a Torino è stato intitolato un giardino già denominato "Giardino regina Giovanna di Bulgaria".

    Il 28 ottobre 2009, nell'ambito delle iniziative realizzate intorno alla mostra Bobbio e il suo mondo, fu dedicato a Ginzburg il primo di cinque incontri all'Archivio di Stato di Torino, con cui si voleva rendere omaggio, in collaborazione con il Comitato Passato Presente, al gruppo di amici e di compagni del filosofo della politica Bobbio, del quale si celebrava il centenario della nascita.

    Mercoledì 5 febbraio 2014 il Liceo D'Azeglio, frequentato tra il 1924 e il 1927 da Leone - che ebbe come compagni Norberto Bobbio e Giorgio Agosti - in collaborazione con Giulio Einaudi editore e la Comunità Ebraica di Torino, dedica un pomeriggio al ricordo di Ginzburg, insegnante, scrittore, letterato, oppositore al Fascismo. Intervengono Claudio Dellavalle (Presidente dell'Istoreto), Domenico Scarpa (critico letterario), Sergio Pistone (Università di Torino), Mauro Bersani (Giulio Einaudi editore), Emanuele Segre Amar (Comunità Ebraica di Torino).

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Asct, Urbanistica e Statistica, deliberazioni della Giunta popolare, 10 novembre 1945, verbale 37
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà