Home \ Chiesa di San Francesco da Paola
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Chiesa di San Francesco da Paola

Eretta e arricchita grazie alle generose elargizioni di Cristina di Francia e del Cardinal Maurizio, la chiesa fu oggetto tra gli anni Settanta e Novanta del Seicento dell’investimento devozionale e artistico della più alta nobiltà di Stato.


VIA PO 16

Costruzione: 1633 - 1634

Realizzazione: 1664 - 1665
Erezione dell'altare maggiore

Realizzazione: 1665 - 1667
Realizzazione della facciata

Notizie dal: 1730
Consacrazione

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • chiesa
    • Tag
  • mostra moderna
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    Nel quadro della politica di rafforzamento dei legami tra il potere sabaudo e le congregazioni religiose controriformiste, nel 1623 furono chiamati a Torino da Carlo Emanuele I i Minimi di San Francesco da Paola. Insediatisi lungo la strada di Po, all’epoca ancora al di fuori delle mura della città, vi innalzarono la loro chiesa nel 1633-1634. Di impianto longitudinale, con cappelle laterali affacciate su un’unica navata, l’imponente mole dell’altare maggiore a schermare il coro dei padri, la chiesa fu oggetto di generose donazioni da parte della famiglia ducale. Nel 1654 il principe cardinale Maurizio di Savoia (1593-1657) finanziò la costruzione di una cappella privata dedicata alla Madonna del Buon Soccorso, mentre Cristina di Francia, morendo nel 1663, lasciava ingenti somme per la costruzione della facciata, conclusa nel 1667, e dell’altare maggiore, progettato da Amedeo di Castellamonte e messo in opera tra il 1664-1665 dall’impresa dello scultore luganese Tommaso Carlone (†1667). Al pari di San Carlo, anche la chiesa dei Minimi divenne il centro privilegiato dell’investimento devozionale e artistico in città, non solo dei Savoia, ma soprattutto dei principali dignitari di corte, esponenti dell’alta nobiltà piemontese, che si erano assicurati la gestione delle più importanti cariche amministrative dello Stato: lo testimoniano le cappelle famigliari dei Morozzo della Rocca, dei Graneri della Roccia, dei Carron di San Tommaso, decorate tra gli anni Settanta e Novanta del Seicento con profusione di marmi, a perpetua memoria dei propri committenti.

    2. Bombardamenti

    Durante il secondo conflitto mondiale, la Chiesa di San Francesco da Paola fu colpita da bombe incendiarie durante l'incursione aerea del 13 luglio 1943. Il soffitto dell'edificio venne danneggiato, così come la copertura del tetto e gli infissi. Alla data del 27 giugno 1944, l'edificio risultava parzialmente ripristinato nelle parti lese.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT fondo danni di guerra, inv. 83, cart. 2, fasc. 12, n. ord. 5
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà