Home \ Lapide in ricordo del personale dell’Università espulso per le leggi razziali
Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Lapide in ricordo del personale dell’Università espulso per le leggi razziali

Lapide in ricordo del personale dell’Università espulso per le leggi razziali del 1938, posata nel febbraio 2019 sul loggiato del Rettorato (via Verdi 8).


VIA GIUSEPPE VERDI 8

Inaugurazione: 01 Febbraio 2019

  • Indice
  • Categorie
  • lapide
    • Tag
  • 1938-2018
  • Venerdì I febbraio 2019 sul loggiato del Rettorato (via Verdi 8), si è svolta la cerimonia di scopertura della lapide in ricordo del personale espulso dall’Università di Torino a causa delle leggi razziali volute dal governo fascista, nel 1938. La lapide è stata realizzata in ricordo delle 58 persone che persero il lavoro a causa delle leggi razziali:

    Enrico Anau, Sergio Bachi, Giulio Bemporad, Roberto Bolaffi, Ugo Castelfranco, Bonaparte Colombo, Guglielmo Colombo, Arturo Debenedetti, Santorre Debenedetti, Giuseppe Davide Diena, Giorgio Falco, Gino Fano, Amos Foa, Marcello Foa, Arrigo Foà, Guido Fubini, Riccardo Fubini, Alberto Gentili, Amedeo Herlitzka, Leonardo Herlitzka, Livio Herlitzka, Alfredo Jachia, Luciano Jona, Raffaele Lattes, Rinaldo Laudi, Emilio Levi, Giuseppe Levi, Guido Levi, Rita Levi, Alfredo Luzzati, Walter Momigliano, Arnaldo Momigliano, Giulio Momigliano Levi, Alberto Montel, Stefano Montuori, Alberto Muggia, Aldo Muggia, Mario Nizza, Gino Olivetti, Renzo Olivetti, Giuseppe Ottolenghi, Costantino Ottolenghi, Renato Ottolenghi, Paolo Ravenna, Anselmo Sacerdote, Giulio Segre, Giulio Vittorio Segre, Mario Segre, Renato Segre, Silvio Segre, Alessandro Terracini, Giuseppino Treves, Samuele Renato Treves, Ezechia Marco Treves, Jona Nino Valobra, Alberto Vita, Arrigo Vita, Cino Vitta.

    La cerimonia si inserisce nel contesto della mostra“Scienza e vergogna” organizzata dall’Università di Torino nell’ambito del progetto integrato del Polo del ‘900 coordinato dal Museo diffuso della Resistenza, “1938-2018. A 80 anni dalle leggi razziali”. Alla posa sono intervenuti Gianmaria Ajani, rettore dell’Università di Torino, Fabio Levi, docente dell’Università di Torino e direttore del Centro Internazionale di Studi Primo Levi ed Enrico Pasini, Presidente Sistema Museale di Ateneo.

     

    • Sitografia
    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino 2019
    • Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà