Home \ Ex sede del Regio Museo Industriale, ex Convento delle convertite
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Ex sede del Regio Museo Industriale, ex Convento delle convertite

L'edificio, già sede del Ministero della Guerra e Convento delle convertite, fu distrutto dai bombardamenti nel 1943 e divenne sede del Regio Museo Industriale Italico nel 1865, tre anni dopo la costituzione dell'istituto.


Lat: 45.064636 Long: 7.687001

Variazione: 1865
assegnazione dell'edificio al Regio Museo Industriale

Bombardamento: 08 Dicembre 1942

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • piazza
  • convento
  • museo
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    Dopo l’istituzione del Regio Museo Industriale nel 1862 il Municipio aveva proposto la costruzione di una sede apposita, ma con il trasferimento della capitale a Firenze del 1864 venne decisa l’assegnazione al Museo di un edificio governativo, precedentemente Ministero della Guerra. La sede si trovava nell’isolato tra le attuali vie Cavour, San Francesco da Paola, Giolitti e Carlo Alberto e fu anche la sede del Politecnico di Torino, da quando fu costituito nel 1906 dalla fusione tra Museo Industriale e Scuola di applicazione per gli ingegneri fino al 1943.

    2. Bombardamenti

    L’edificio (che comprendeva i 170 locali del Politecnico), individuato dalle vie Cavour, Giolitti, Francesco da Paola e Accademia Albertina, fu interessato da un primo bombardamento l'8 dicembre 1942 e venne completamente distrutto da un secondo il 13 luglio 1943 da bombe dirompenti e incendiarie. Sul luogo dove sorgeva si trova attualmente il piazzale intitolato a Valdo Fusi (1911-1975), avvocato e uomo politico, esponente del Comitato di Liberazione Nazionale durante la Resistenza.

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 104 , cart. 2, fasc. 33, n.ord. 1
    • Fototeca

    Luoghi correlati

    Temi correlati

    Soggetti correlati

    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà