Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Silvestro Simonetta (1812-1875)

Silvestro Simonetta (Cambiasca 1812- Torino 1875) studia a Torino, Milano e Roma, diviene docente all’Accademia Albertina torinese grazie alla considerazione di Vincenzo Vela per il suo lavoro.


Nascita: 1812

Morte: 1875

Categorie

  • scultore

Silvestro Simonetta si forma all'Accademia Albertina di Torino, tra il 1843 e il 1845, sotto la guida di Giuseppe Gaggini (1791-1867) e Giuseppe Bogliani (1802-1881), nel 1847 soggiorna a Roma, pensionato del Collegio Caccia. Espone assiduamente alla Promotrice di Belle Arti, dal 1844, scolpisce statue per il Camposanto di Torino e di Vercelli. A Torino esegue il Monumento a Eugenio di Savoia Soisson (1858) nel portico del Palazzo del Municipio, il Monumento ad Alessandro Borella (1871), le statue del Conte Verde e di Andrea Provana nello scalone di Palazzo Reale, quelle raffiguranti La Legge e L'Arte per la facciata nuova di Palazzo Carignano, il San Maurizio per la facciata della Basilica Mauriziana e altre per La chiesa di San Massimo.

Luoghi correlati

Temi correlati

Ente Responsabile

  • MuseoTorino 2019