Home \ Chiesa di Santa Teresa
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Chiesa di Santa Teresa

La Chiesa dedicata a Santa Teresa da Avila, costruita su iniziativa della Madama Reale Cristina di Francia, viene affidata a Filippo Juvarra per le opere di completamento architettonico. La chiesa fu bombardata due volte, nel corso del secondo conflitto mondiale, il 13 luglio del 1943 e il 13 agosto dello stesso anno, riportando gravi danni.


Lat: 45.06880392146628 Long: 7.681036591529846

Costruzione: 1642

Bombardamento: 13 Luglio 1943

Bombardamento: 13 Agosto 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • chiesa
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    I lavori di costruzione della Chiesa intitolata a Santa Teresa D'Avila iniziarono nel 1642 su commissione della Madama Reale Cristina di Francia, moglie di Vittorio Amedeo I. La paternità del progetto è tradizionalmente attribuita al padre carmelitano Andrea Costaguta, che negli stessi anni lavorò alla chiesa di San Francesco da Paola.
    Già alla fine del XVII secolo la struttura dalle chiesa fu portata a compimento e a Filippo Juvarra furono commissionate la realizzazione delle opere di completamento architettonico e di ornamento.
    La facciata, del 1764, è costruita su progetto di Carlo Filippo Aliberti, con chiara ispirazione a quella juvarrina della chiesa di Santa Cristina nella vicina Piazza San Carlo. L'interno è a croce latina con un'unica navata, decorata con marmi e stucchi, e otto cappelle laterali. La cupola è stata decorata nel 1820 da Luigi Vacca con la Gloria di Santa Teresa. Tra le cappelle laterali, sono degne di nota la prima a destra, di Sant’Erasmo, dove riposano le spoglie di Madama Reale Cristina di Francia, e la terza a sinistra, dove è collocato uno splendito Cristo ligneo. Nelle cappelle poste alle estremità della cupola gli altari realizzati da Filippo Juvarra: quello dedicato alla Sacra Famiglia, edificato tra il 1715 e il 1718, e quello intitolato a San Giuseppe, creato tra il 1733 e il 1736.

    2. Bombardamenti

    La chiesa di Santa Teresa fu colpita da due bombardamenti notturni, effettuati dalla RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro, nell’estate del 1943, che portarono alla semidistruzione della facciata e dei portali, alla distruzione della zona del battistero e alla parziale distruzione del tetto. Si registrarono, inoltre, all’interno della chiesa, gravi danni agli affreschi, all’organo e al pulpito. Anche il convento annesso alla chiesa fu gravemente danneggiato.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    CHIESA DI S. TERESA
    Via S. Teresa

    Chiesa e pertinenze.
    Edificio di valore storico-artistico.
    Eretta su progetto del Padre A. Costaguta a metà Seicento. La facciata del 1764 è ascritta a C.F. Aliberti. L'altare di S. Giuseppe è di F. Juvarra, 1735.

    L. TAMBURINI, s.d., p. 154.
    Tavola: 41

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 114, cart. 3, fasc.3, n.ord. 3
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà