Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Villa

La villetta di inizio Novecento, rimasta per qualche tempo in stato di abbandono, è stata abbattuta nel 1988 per fare posto a un condominio.


VIA BARDONECCHIA 73

Costruzione: 1912 - 1925

Demolizione: 25 Febbraio 1988

Categorie

  • villa

La villetta, rimasta per qualche tempo disabitata negli anni Ottanta del Novecento, è stata poi demolita per far posto a un condominio di cinque piani della società costruttrice Edilanna.

Una lettera pubblicata da "La Stampa" nella rubrica "Specchio dei tempi" sollevò il problema e in conseguenza di questa denuncia vi fu un'interrogazione al Sindaco da parte dei consiglieri comunali del PCI, Domenico Carpanini, Emilio Barone e Domenico Icardi, che chiesero spiegazioni rispetto al possibile abbattimento della villa. L'assessore all'edilizia privata Baldassarre Furnari spiegò come la richiesta di concessione edilizia fosse stata avanzata nel febbraio 1987 e rilasciata un anno dopo. La Soprintendenza diede parere favorevole. I consiglieri del PCI Barone e Carpanini replicarono mettendo in luce il valore di rara testimonianza di edilizia d'inizio secolo in un quartiere di casermoni (Pozzo Strada) e la gravità di questo abbattimento. Il sindaco Magnani Noya garantì un suo interessamento ma il 25 febbraio 1988 la società proprietaria diede corso all'abbattimento.

Note

Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
Villa
Via Bardonecchia 73

Villa di valore documentario e ambientale, testimonianza del gusto tardo eclettico.
Un progetto (a firma geometra Lossa, 1911, proprietà Gianoglio), per quanto approvato, non fu eseguito; dell'attuale non si hanno notizie se non che è successivo a tale data.

ASCT, Progetti Edilizi, f. 966/1911.
Tavola: 39