Home \ Antico ponte della Porta di Po
Scheda: Luogo - Tipo: Ponti e passerelle

Antico ponte della Porta di Po

L’antico ponte della Porta di Po era il solo attraversamento in muratura del fiume presente in città, prima dell' occupazione francese di inizio Ottocento. Costruito nella prima metà del Quattrocento, fu utilizzato per quattro secoli.


Lat: 45.06345 Long: 7.697676

Costruzione: 1406 - 1411

Rifacimento: 1706

Demolizione: 1813

Prima del ponte in muratura

Durante l’età romana e i successivi secoli altomedievali non si hanno testimonianze archeologiche certe della presenza di ponti nella vicinanze della città, se non l’ipotesi di un ponte di epoca romana che attraversava la Dora Riparia. Unico manufatto, di attestazione certa e degno di nota, era un ponte sul Po, costruito nel XIV secolo di fronte al colle fortificato della Bastia (attuale Monte dei Cappuccini). Questo ponte, distrutto da una piena nel 1374, fu sostituito da un altro, sempre in legno, posto un po’ più a valle.

Quattro secoli di vita

Nel primo decennio del Quattrocento, sulla direttrice dell’attuale via Villa della Regina, fu costruito un ponte in pietra, ricordato come l’Antico ponte di Porta di Po. Questa costruzione, che rimase per ben quattro secoli l’unico attraversamento del Po in prossimità di Torino, fu realizzato in sostituzione del precedente ponte in legno, crollato nell’ultimo quarto del XIV secolo.

Le notizie sulla sua costruzione sono scarse: il progetto architettonico, databile intorno al 1405, è attribuito a un religioso, Antonio Becchio di Villanova. L’opera fu realizzata da capimastri tra il 1406 e il 1411. Il ponte ebbe ben presto a soffrire gravi danni per il flusso del fiume: nel 1416, tre dei dodici piloni avevano ceduto, ma continue opere di consolidamento, lo mantennero in funzione fino all’inizio Settecento. Un disegno cinquecentesco rivela come il ponte fosse, almeno durante il XVI secolo, dotato di una costruzione all’altezza dell’ottavo pilastro a partire da fuori città, dalla quale veniva eventualmente azionato un ponte levatoio.

Nel novembre del 1706, una piena demolì il sesto pilone a partire dalla città, causando il crollo di quattro arcate. Il ponte fu riparato sostituendo le parti mancanti con travi in legno che lo mantennero in funzione per un altro secolo. Agli inizi dell’ Ottocento, il vecchio ponte continuava ad essere l’unico collegamento di Torino con la collina e la strada per Genova. Fu soltanto durante la dominazione francese, nel 1807 che Napoleone stesso ne decretò l’abbattimento e la sostituzione.

  • Bibliografia
  • Fototeca
  • Ente Responsabile
  • MuseoTorino