Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Soc. Aurora ex Filanda Ceriana


STRADA DI SETTIMO 254

Categorie

  • fabbrica

Note

Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
SOC. AURORA, EX FILANDA CERIANA
Strada di Settimo 254

Edificio ad uso industriale.
Edificio di valore documentario, tipico esempio di edilizia ottocentesca per l'industria.
Il «filatoio» dell'Abbadia è già presente nel 1708 come uno dei più grossi opifici per la lavorazione della seta del torinese (8 «piante» e 240 addetti). Venduto nel 1840 a Rodi e Colomba, ne risulta attiva la sola «trattura» di 54 bacinelle; passato nel 1867 alla proprietà Ceriana, che già possedeva altre filande nel torinese e cuneese, fu ristrutturato forse su disegno del Ceppi, architetto di fiducia della famiglia. Nel 1901, subentrati i cotonieri Gandolfi, ne fu pensata la conversione in fabbrica di cotone. Nel 1942 divenne SAPEM ed infine AURORA, si ebbero allora ulteriori rifacimenti edilizi nella zona d'ingresso e modifiche interne.

G. PRATO, 1908, pp. 218 sgg.; AA.VV., Abbadia […], 1976, pp. 233-244.
Tavola: 14