Home \ Cascina Tre Tetti Nigra
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Cascina Tre Tetti Nigra

Del complesso dei “Tre Tetti Nigra”, un tempo composto da tre cascine isolate, rimane solo l’antica cascina Carassio e si trova in strada del Portone angolo via Bertani.


Lat: 45.034624 Long: 7.607097

Notizie dal: XVII Sec. (1600-1699)
tre cascine situate a poca distanza l’una dall’altra, con planimetria a C

Trasformazione: 1740 - 1742
carta su cui si rilevano i nomi dei proprietari: Truchi, Gastalda e Carossio

  • Indice
  • Categorie
  • cascina
    • Tag
  • trasform
  • Sul complesso di cascine denominate Tre Tetti Nigra esistono scarse tracce documentarie e solo grazie alla cartografia storica è possibile acquisire alcune informazioni relative alle planimetrie e alle proprietà.

    Delle tre cascine che un tempo componevano il complesso dei Tre Tetti, si ha traccia già nelle carte seicentesche. Nella Carta della montagna del 1694, per esempio, sono rilevate come “Carassio”, “Truquis” e “Padri de Saint Antoine”. Nella Carta topografica della caccia del 1762 le tre cascine, censite come “Carossia”, “Gastalda” e “Truchi”, sono tutte a corte chiusa ed impianto planimetrico a “C”. E’ altresì rilevata la presenza di giardini prospicienti alla cascina Gastalda.

    L’architetto Amedeo Grossi, nel 1790, rileva le tre cascine, ma descrive solamente “il Carassio cascina dell’Illustrissima signora Contessa Della Villa Dama d’onore di S.A.R. la Duchessa di Chiablese posta a sinistra della strada d’Orbassano lungi tre miglia da Torino”.

    Nelle mappe del Catasto Gatti del 1820 le tre cascine sono censite come un unico complesso denominato “I Tre Tetti” che risulta composto da case rustiche, prati, campi ed orti. In quella data risultano proprietari dell’intero complesso i fratelli Nigra ai quali si deve l’attuale denominazione.

    Un ampliamento significativo delle fabbriche è rilevato nel Catasto Rabbini del 1866, dove si evidenzia l’unitarietà del complesso mediante il prolungamento dei corpi di fabbrica tra le cascine. Altri ampliamenti si registrano all’inizio del XX secolo, come risulta dalla Carta I.G.M. del 1935.

    Attualmente, delle tre cascine che componevano il complesso dei Tre Tetti, rimane solo quella più a nord, l’antica “cascina Carassio”, destinata in parte ad attività produttive ed in parte a uso abitativo .

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    TRE TETTI NIGRA
    Strada del Portone

    Cascina di pianura. Segnalazione di reliquato dì edificio rurale di significato documentario, ora inserita in area verde ed in uso agricolo-residenziale.
    L'edificio è già presente nell'ultimo quarto del Settecento.

    A. GROSSI, 1790; PLAN GEOMÉTRIQUE [...], 1805; [Catasto RABBINI], 1866.
    Tavola: 63

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Disegno dei terreni esistenti tra la città, Beinasco e Drosso, colla linea divisoria dei rispettivi territori, 1642, Archivio Storico della Città di Torino, Carte Sciolte, CS 2949
    • La Marchia , Carte de la Montagne de Turin avec l’etendue de la pleine dépuis le Sangon jusqu’a la Sture, 1694 – 1703, Archivio di Stato di Torino, Sezione Corte, Carte topografiche per A e B, Torino, Torino 14
    • Planimetria allegata agli atti della lite contro la comunità di Beinasco circa i confini territoriali, 1740-42, Archivio Storico della Città di Torino, Carte Sciolte, CS 2935
    • Carta Topografica della Caccia, 1760-1766, Archivio di Stato di Torino, Sezione Corte, Carte topografiche segrete, Torino 15 A VI Rosso
    • Carlo Antonio Bussi , Tipo tra Moncalieri, Beinasco e Grugliasco, 1777, Archivio Storico della Città di Torino, Tipi e Disegni, TD rot.12.C
    • Amedeo Grossi, Carta Corografica dimostrativa del territorio della Città di Torino, 1791, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D1800
    • Mappa primitiva Napoleonica, 1805, Archivio Storico della Città di Torino, CAN, Sezioni 1-70
    • Plan Geomêtrique de la Commune de Turin, 1805, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Francese, Allegato A, Mappe del Catasto Francese, Circondario di Torino, Mandamento di Torino, Torino
    • Andrea Gatti, Catasto Gatti, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, CAG, sez. 22
    • Andrea Gatti, Colonnario Territoriale, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, COLL TER, sez. 22 , art. 1023
    • Antonio Rabbini, Topografia della Città e Territorio di Torino, 1840, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D1803
    • Antonio Rabbini, Mappa originale del Comune di Torino, 1866, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Rabbini, Circondario di Torino, Mappe, distribuzione dei fogli di mappa e linea territoriale, Torino
    • Servizio Tecnico Municipale del Comune di Torino, Pianta di Torino, 1935, Archivio Storico della Città di Torino, TD 64.7.8
    • Istituto Geografico Militare, Carta IGM, 1974, Archivio Storico della Città di Torino, TD 64.7.11
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino