Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Demetrio Festa

Nessuna Immagine

Figlio di Felice Festa, nel 1828 succedette al padre nella direzione dello stabilimento litografico, che continuò a mantenere nella stessa sede di palazzo Graneri in via Bogino n.9. Nell'anno seguente si recò a Parigi a cercare tecnici esperti. Ritornò a Torino portando con sé lo stampatore Brisson e il ventenne Michele Doyen. A quest'ultimo affidò la direzioneartistica della sua litografia. Iniziò la sua attività stampando le vedute della Sagra diSan Michele di Roberto d'Azeglio e le vedute dell'abbazia di Altacomba di Enrico Gonin, entrambe del 1829.

Categorie

  • incisore

Ente Responsabile

  • Archivio Storico della Città di Torino