Home \ Cascina Verna di via Corniliano d’Alba 3
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Cascina Verna di via Corniliano d’Alba 3

Cascina di origine settecentesca che, nel corso dei secoli, si è configurata come una vera e propria borgata. Oggi rimane solo la cascina originaria, parte della quale è usata a scopo residenziale, mentre il resto della borgata è stato assorbito dal tessuto urbano d’espansione.


Lat: 45.095542 Long: 7.736198

Notizie dal: XVIII Sec. (1700-1799)

Ampliamento: XIX Sec. (1800-1899)
La Verna si configura come borgata

  • Indice
  • Categorie
  • cascina
  • La Verna, cascina di origine settecentesca, è rilevata nella carta Corso del Fiume Stura, redatta da Carlo Bosio nel 1768, come “Cassina Verna” e presenta un impianto planimetrico a “C”. E' spesso capitato che, erroneamente, fosse scambiata con la cascina Verna nel quartiere Aurora rilevata dall'architetto Amedeo Grossi (1790) come “La Verna C.na del Marc. Della Marmora”.

    Nelle mappe del periodo napoleonico si evidenzia come la Verna sia legata ad altre cascine preesistenti poste a nord e che successivamente conformeranno una vera e propria borgata. Infatti, nelle mappe del Catasto Gatti del 1820, l’edificio principale della Verna viene rilevato con impianto planimetrico ad “L” e nelle vicinanze presenta diversi corpi di fabbrica isolati. In quel periodo la proprietà è attribuita al signor “Ratti Placida fu Domenico maritata al Cavalier Saverio Defanti” e risulta composta da casa civile, casa rustica, casi da terra (depositi di attrezzi e prodotti agricoli), forno, aia, giardini, prati e campi.

    Nella Topografia della Città e Territorio di Torino cogli immediati suoi contorni, redatta dal geometra Antonio Rabbini nel 1840, il complesso viene rilevato come “Tetti della Verna”. Alcuni ampliamenti delle fabbriche si registrano tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo quando, come si evince dalla Carta I.G.M del 1911, vengono costruite nuove maniche attorno alla corte fino a chiuderla quasi completamente. Nella seconda metà del XX secolo, gli edifici a nord sono stati inglobati nel nuovo tessuto urbano d’espansione e del complesso della Verna rimane solo la cascina adiacente alle sponde del Po. Attualmente una parte della cascina è stata recuperata ed adibita ad uso residenziale, mentre la parte restante versa in stato di abbandono.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    LA VERNA
    Strada Vicinale della Verna

    Cascina di pianura.
    Edifici rurali di valore documentario e ambientale; tipico esempio di cascina di pianura, con pertinenze e ampio recinto.
    Edificio già presente nell'ultimo quarto del Settecento.

    A. GROSSI. 1790. p. 208; CARTA COROGRAFICA DIMOSTRATIVA […], 1791. 31. A.3; PLAN GEOMÉTRIQUE […], 1805; [Catasto RABBINI]. 1866: TOPOGRAFIA / DELLA CITTÀ […], 1840.
    Tavola: 28/29

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • Carlo Bosio, Corso del Fiume Stura e suoi brachj, principiando dal porto della Città, sino all’imbocco del fiume Po, sotto al Parco, con la dessignazione e quantità de’ beni di cadun Particolare, che doverebbero concorre nelle spese per tenere detto fiume del suo letto, 1768, Archivio Storico della Città di Torino, Tipi e Disegni, TD rot.12.A
    • Mappa primitiva Napoleonica, 1805, Archivio Storico della Città di Torino, CAN, Sezioni 1-70
    • Plan Geomêtrique de la Commune de Turin, 1805, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Francese, Allegato A, Mappe del Catasto Francese, Circondario di Torino, Mandamento di Torino, Torino
    • Andrea Gatti, Catasto Gatti, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, CAG, sez. 7
    • Andrea Gatti, Colonnario Territoriale, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, COLL TER, sez. 7, art. 317
    • Antonio Rabbini, Topografia della Città e Territorio di Torino, 1840, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D1803
    • Antonio Rabbini, Mappa originale del Comune di Torino, 1866, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Rabbini, Circondario di Torino, Mappe, distribuzione dei fogli di mappa e linea territoriale, Torino
    • Istituto Geografico Militare, Carta IGM, 1911, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D135
    • Servizio Tecnico Municipale del Comune di Torino, Pianta di Torino, 1935, Archivio Storico della Città di Torino, TD 64.7.8
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino