Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Odoardo Tabacchi (Valganna, Varese 1831 - Milano 1905)

Scultore. Studiò presso la Accademia di Brera, completando poi la sua formazione a Firenze e a Roma. Lavorò a Milano per il monumento a Cavour (1865). Tra le sue opere più importanti si ricordano il monumento ad Arnaldo da Brescia (Brescia), quello a Garibaldi (Torino), la Dolente per la tomba Omodeo (Milano, Cimitero Monumentale).


Nascita: 1831
Valganna (Varese)

Morte: 1905
Milano

Categorie

  • scultore

Odoardo Tabacchi, scultore, nato a Valganna (Varese) nel 1831, morto a Milano il 23 marzo 1905. Si forma all'Accademia di Brera, dove entra nel 1845, sotto la direzione di Abbondio Sangiorgio, Benedetto Cacciatori e Pietro Magni. Nel 1851 vince il concorso per il pensionato triennale a Roma, dove si perfeziona partecipando alla cerchia di Pietro Tenerani. Negli anni successivi è a Firenze, dove frequenta il Caffè Michelangelo e scolpisce il Pianto degli angeli. A Napoli frequenta Domenico Morelli e Filippo Palizzi. Ritorna a Milano nel 1860 e vi svolge un'intensa attività fino al 1868. Si dedica alla scultura monumentale, esempi di questa attività sono: il monumento ad Arnaldo da Brescia (1883) a Brescia; a Cavour, in collaborazione col Tantardini, a Milano; a Paleocapa (1871) e a Garibaldi (1887) a Torino; a Umberto I (1902) ad Asti; la S. Maria Egiziaca; il Foscolo e il gruppo del Trattato di Campoformio esposti a Parigi nel 1867. Dal 1867 è professore all'Accademia Albertina di Torino, succedendo nella cattedra a Vincenzo Vela (1820-1891). Oltre alle opere funerarie e alle leggiadre figure femminili, quali Ipazia, Tuffolina, Cica-Cica, più volte replicate, si ricorda, tra i monumenti, quello a. Partecipa a tutte le principali esposizioni in Italia, a Parigi e a Vienna.

 

Fototeca

Luoghi correlati

Temi correlati

Ente Responsabile

  • MuseoTorino 2019