Home \ Costruzione di Mirafiori Sud
Scheda: Tema - Tipo: Architettura e urbanistica

Costruzione di Mirafiori Sud

Il quartiere Mirafiori Sud è oggetto di consistenti rimaneggiamenti a partire dagli anni Sessanta per far fronte alle esigenze degli immigrati provenienti dal Sud Italia per lavorare alla Fiat.


Inizio: 1963

  • Indice
  • Categorie
  • quartiere
  • Cronologia

    1961    Mirafiori supera i 40.000 abitanti
    1963    Il Comune inizia una lunga serie di piani di riqualificazione urbana
    1967    Inaugurazione degli alloggi popolari

    Negli anni Cinquanta, contestualmente all’aumento della popolazione torinese, il quartiere di Mirafiori subisce profonde trasformazioni. Mentre la popolazione cittadina raddoppia, arrivando nel 1961 a un milione di abitanti, quella di Mirafiori Sud decuplica, passando da 3.000 a 40.000 persone. La maggior parte dei nuovi abitanti sono operai immigrati dal Sud Italia che faticano a trovare una collocazione nel tessuto urbano della città. Le condizioni abitative sono pessime, le costruzioni malsane e precarie e le abitazioni spesso sovraffollate. A partire dal 1963 il Comune di Torino mette in atto una serie di interventi destinati a riqualificare la zona, con la costruzione di nuovi palazzi e alloggi nell’area dell’ex-aeroporto di Mirafiori (dismesso a favore di Caselle), e l’inaugurazione nel 1967 di un vasto insieme di alloggi popolari. Tutto ciò non risolve il problema del degrado della zona, della mancanza di servizi e della scarsa integrazione dei suoi abitanti, ragion per cui, fino agli anni Ottanta e Novanta, i progetti di riqualificazione saranno numerosi. Mirafiori Sud ben simboleggia le difficoltà di crescita della città di Torino di fronte all’ondata di immigrazione generata dalla crescita industriale.

    • Bibliografia
    • Ente Responsabile
    • ISMEL