Home \ Case della Società anonima cooperativa torinese per le case degli impiegati
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Case della Società anonima cooperativa torinese per le case degli impiegati

Articolato in alloggi da quattro a sei camere dotati di servizi igienici con doccia e impianto di riscaldamento, l’edificio fu progettato nel 1910 e rimase l’unico costruito per conto della cooperativa edilizia.


Lat: 45.072712 Long: 7.694119

Costruzione: 1910

Ampliamento: 1931
Sopraelevazione

  • Indice
  • Categorie
  • edilizia popolare
  • abitazione
  • Sorto nel 1910 fra corso Regina Margherita e le vie Rossini, Montebello e Santa Giulia, si tratta dell’unico stabile costruito per conto della Società Anonima Cooperativa Torinese per le Case degli Impiegati, fondata su iniziativa del medico socialista Giulio Casalini (1876-1956) insieme ad alcuni impiegati per lo più dipendenti di pubbliche amministrazioni. I lavori, eseguiti su progetto dell’ingegnere Riccardo Bianchini (1867-1931),  già collaboratore del medico igienista Luigi Pagliani (1847-1932), produssero un corpo di fabbrica a sei piani fuori terra, comprendente un complesso di centosei appartamenti articolati in quattro, cinque o sei camere, dotati di servizi igienici interni con doccia e impianto centralizzato di riscaldamento a gas. L’edificio rifletteva dunque parametri qualitativamente elevati rispetto a quelli conferiti in genere alle coeve realizzazioni d’impronta popolare; tuttavia le scelte compiute comportarono canoni di affitto non facilmente accessibili agli strati inferiori delle categorie impiegatizie, mentre non sempre furono pienamente soddisfate le ambizioni dei segmenti di estrazione medio-alta. Le agevolazioni ottenute dalla Cassa di Risparmio di Torino e la fideiussione concessa dal Comune consentirono di fronteggiare i costi di costruzione, ma non fu possibile aprire nuovi cantieri, tanto che nel 1931 il patrimonio sociale fu ampliato attuando una sopraelevazione. Nonostante i problemi finanziari incontrati, la società può essere annoverata fra le poche cooperative edilizie italiane esistenti da oltre un secolo.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    EDIFICIO DELLA SOC. AN. COOP. TORINESE CASE IMPIEGATI
    Corso Regina Margherita 79-81, Via Rossini 28-30-32, Via S. Giulia 13-15

    Casa da cooperativa.
    Edificio civile di valore ambientale e documentario, significativo esempio di casa da cooperativa d'inizio secolo.
    Su progetto del 1910 edificazione di complesso di civile abitazione per conto della Società Anonima Cooperativa Torinese Case Impiegati: sopraelevata di un piano sul fronte verso Corso Regina Margherita nel 1931.

    D. GOSIO, M. MENZIO, 1979.
    Tavola: 42

    • Bibliografia
    • Fototeca