Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Bianco & Marzano, colorificio

Questo piccolo e poco appariscente negozio a due passi da via Po racchiude un vero e proprio patrimonio di esperienza dei migliori materiali per la pittura, mantenuto vivo dalla tradizione famigliare.


VIA S. MASSIMO 8

Realizzazione: 1923

Categorie

  • bottega | negozio

Tag

  • Locali storici

Cenni storici e arredi

Così scrisse di loro Nico Orengo in Gli spiccioli di Montale, 1992: "Di sera, tornando a casa, faccio una deviazione verso Via San Massimo. Entro da Bianco & Marzano, è uno dei più vecchi colorifici di Torino, un negozio piccolo e caldo, una confetteria dei colori".

La bottega viene aperta nel 1923 da Antonio Marzano in società con Lorenzo Enrico Bianco. Nel 1928, all’età di 49 anni, Antonio Marzano muore improvvisamente e il negozio viene condotto dai figli Giuseppe (detto Pino) Marzano e Giuseppe (detto Nino) Bianco, entrambi del 1906. Dopo la morte di Nino Bianco nel giugno 1973, il negozio fu ed è tuttora condotto solo dagli eredi Marzano.

Il negozio ha una devanture in ferro molto semplice composta da ingresso e vetrina con insegna sovrastante. A sinistra, le due vetrine con devanture in legno laccato fanno parte di un ampliamento successivo che ha inglobato il negozio vicino usato per esposizione.

Il piccolo ambiente vendita conserva l’arredo dell’epoca costituito da un bancone ad angolo con ribaltina per il passaggio e da scaffali in legno scuro che ricoprono interamente le pareti, in cui è esposto un vastissimo assortimento di pigmenti puri, collanti, diluenti e reagenti appartenenti ad antiche e consolidate tecniche di pittura, affresco e restauro, vasi e tubetti di colori, latte di vernici, smalti e fissanti, carte fatte a mano. Le scatole in cartone dei pennelli sono ancora quelle degli anni Venti, come le etichette dei prodotti miscelati nel retrobottega. Si segnala anche l’antico registratore di cassa National del 1908.

Itinerari correlati

Ente Responsabile

  • MuseoTorino