Home \ Carlo Promis (Torino 1808 - 1873)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Carlo Promis (Torino 1808 - 1873)

Archeologo, architetto e storico dell'architettura. Valente archeologo, insegnò Architettura alla Scuola di ingegneria di Torino. A lui si deve la sistemazione di piazza Carlo Felice e del parco Cavalieri di Vittorio Veneto a Torino.


Nascita: 1808

Morte: 1873

  • Indice
  • Categorie
  • docente universitario
  • architetto
    • Tag
  • carta archeologica
  • Carlo Promis archeologo

    Carlo Promis aveva fatto le sue prime esperienze come archeologo a Pompei con Luigi Canina nel 1830 e aveva poi soggiornato ripetutamente a Roma. Tornato a Torino nel 1836, diresse scavi in diverse città del nordovest, come Luni, Aosta, Susa e Ivrea. Nel 1839 fu nominato Regio archeologo e quattro anni più tardi divenne professore di Architettura presso la regia Università. Carlo Promis diede un notevole contributo agli studi sull'architettura militare del Rinascimento con la pubblicazione degli scritti di Francesco di Giorgio Martini.

    Consigliere comunale nel 1849 e poi membro del Consiglio degli Edili e di altre commissioni, ebbe modo di seguire da vicino i lavori connessi alla rapida espansione edilizia della città che, dopo il periodo napoleonico, era raddoppiata di popolazione, passando in soli trent’anni da 100 a 200mila abitanti.

    Egli tentò di ricomporre topograficamente in una Pianta di Torino Romana i singoli ritrovamenti registrati in precedenza e i molti di cui fu testimone; scelse tuttavia di utilizzare come base una pianta del 1656 dell’ingegnere militare Carlo Morello, fatto che rese difficile la successiva trasposizione dei dati topografici sulla nuova carta archeologica impostata nel 1887 dal gruppo diretto dal d’Andrade sul catastale appositamente fornito dal Comune per la sua redazione.

    • Bibliografia

    Temi correlati

    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino
    • Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie