Home \ Cascina del Rivore
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Cascina del Rivore

La cascina del Rivore, edificata nel XVIII secolo, è situata nell’area torinese un tempo denominata “Region delle Maddalene”. Sul finire del XIX secolo è stata trasformata in fabbrica di concimi chimici: Fabbrica 3M Italia. Oggi ne rimane solo una manica che è stata adibita ad attività commerciali.

 


Lat: 45.098431 Long: 7.711436

Costruzione: XVIII Sec. (1700-1799)

Ampliamento: 1820

Trasformazione: 1880 - 1900
trasformazione in fabbrica

Demolizione: 1950 - 2000
demolizione parziale

  • Indice
  • Categorie
  • cascina
  • fabbrica
  • Edificata nel  XVIII secolo, viene descritta dall’architetto Amedeo Grossi nel 1790 come «Il Rivore cascina del signor Falcheri situata vicino al porto dell’Abbadia di Stura, lungi un miglio e mezzo da Torino». In quel periodo la cascina presenta un impianto planimetrico a “C” e corte chiusa ed è situata nell’area torinese denominata “Region delle Maddalene”, sulle sponde del torrente Stura.

    Nelle mappe del Catasto Gatti del 1820, il Rivore, viene rilevato come un complesso di corpi di fabbrica isolati, situati lungo la Strada dell’Arrivore, è dunque evidente una radicale trasformazione dell’impianto originario. I proprietari sono il signor Angelo Garassino per le fabbriche censite con i numeri 311 e 314, rispettivamente casa rustica e caso da terra (deposito di attrezzi e prodotti agricoli), e il signor Pietro Turina per i numeri 317 e 319, filatoio e casa rustica. Di pertinenza degli edifici sono inoltre un giardino, due cortili, prati,  campi e un braccio della balera di Lucento.

    Ulteriori ampliamenti si registrano, come si evince dalle mappe del Catasto Rabbini, nella seconda metà de XIX secolo quando il complesso diventa unitario mediante l’edificazione di nuovi corpi di fabbrica che conferiscono al Rivore un impianto planimetrico complesso con due corti separate da una manica centrale.

    La cascina, trasformata in fabbrica di concimi sul finire dell’ottocento, viene ampliata con nuove  fabbriche che occupano anche le corti interne, e nella Carta I.G.M. del 1911 viene denominata proprio “Fabbrica di concimi chimici”. La fabbrica resterà attiva fino alla metà del XX secolo, infatti già nella Carta I.G.M. del 1974 si registra la demolizione di buona parte del complesso di cui rimane la parte che si affaccia sulla strada dell’Arrivore ad angolo con via Sandro Botticelli. Adiacente alla struttura, pesantemente rimaneggiata ed attualmente adibita ad uso commerciale, si trova il Parco dell’Arrivore, inaugurato nel 2009.

     

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    FABBRICA 3M ITALIA
    Via Botticelli, Strada dell'Arrivore

    Edificio per industria, già cascina.
    Segnalazione di organismo protoindustriale, derivato dalla trasformazione di una cascina di pianura. Di significato documentario, esempio di edificio rurale trasformato in fabbrica.
    Costruzione precedente all'ultimo quarto del Settecento come cascina chiamata del Rivore Falcheri collocata sulla Strada dell'Abbadia di Stura. Dalla cascina prenderà il nome la strada che la collega alla Strada di Lanzo. Nell'ultimo quarto dell'Ottocento viene trasformata in fabbrica di concimi e così compare nella cartografia del P.R.G. del 1908.

    A. GROSSI, 1790, p. 137; PLAN GEOMÉTRIQUE […], 1805; [Catasto RABBINI], 1866; TOPOGRAFIA / DELLA CITTÀ […]. 1840; PIANTA / DELLA / CITTÀ […], 1907.
    Tavola: 27

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Amedeo Grossi, Carta Corografica dimostrativa del territorio della Città di Torino, 1791, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D1800
    • Mappa primitiva Napoleonica, 1805, Archivio Storico della Città di Torino, CAN, Sezioni 1-70
    • Plan Geomêtrique de la Commune de Turin, 1805, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Francese, Allegato A, Mappe del Catasto Francese, Circondario di Torino, Mandamento di Torino, Torino
    • Carta dei Distretti riservati per le Regie Cacce divisa in sette parti, 1816, Archivio di Stato di Torino, Sezione Corte, Carte Topografiche per A e B, Torino, Torino 26
    • Andrea Gatti, Catasto Gatti, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, CAG, sez. 34
    • Andrea Gatti, Colonnario Territoriale, 1820-1830, Archivio Storico della Città di Torino, COLL TER, sez. 34, art. 1278 e 1301
    • Antonio Rabbini, Topografia della Città e Territorio di Torino, 1840, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D1803
    • Antonio Rabbini, Mappa originale del Comune di Torino, 1866, Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Catasti, Catasto Rabbini, Circondario di Torino, Mappe, distribuzione dei fogli di mappa e linea territoriale, Torino
    • Vittorio Brambilla , Contorni di Torino, 1877, Archivio Storico della Città di Torino, SIM D1813, fogli 1-4
    • Istituto Geografico Militare, Carta IGM, 1911, Archivio Storico della Città di Torino, Collezione Simeom, SIM D135
    • Servizio Tecnico Municipale del Comune di Torino, Pianta di Torino, 1935, Archivio Storico della Città di Torino, TD 64.7.8
    • Istituto Geografico Militare, Carta IGM, 1974, Archivio Storico della Città di Torino, TD 64.7.11
    • Fototeca

    Luoghi correlati

    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino