Home \ Macelleria Lovera
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Macelleria Lovera

Con affaccio nel sottoportico di corso Vinzaglio, poco lontana dall’angolo con corso Vittorio Emanuele II, la macelleria conserva l'arredo interno pressoché intatto dalla fine dell’Ottocento.

 


CORSO VINZAGLIO 33/D

Realizzazione: XIX Sec. (1800-1899)
fine

  • Indice
  • Categorie
  • negozio
  • bottega
    • Tag
  • locali storici
  • Descrizione

    Avviata presumibilmente da un tal Luigi Ruffino, come attesta un’insegna marmorea conservata nel seminterrato nel negozio, dal 1921 è gestita ininterrottamente dalla famiglia Lovera.

    L’interesse della macelleria non risiede nel suo aspetto esterno, che presenta impersonali serramenti in alluminio. È l’interno che colpisce, conservatosi invece pressoché intatto dalla fine dell’Ottocento, con i suoi rivestimenti in lastre di marmo accostate e ancorate con borchie in ottone, cui sono fissate le ganciere in ferro decorate in ottone, in passato utilizzate per esporre le carni migliori e i quarti più pregiati. Dell'epoca è anche la cassa e l'imponente bancone in marmo venato di Carrara, con iscrizioni e simboli alternati a colonnine a balaustro che si ripetono per tutta la sua lunghezza. Nel pannello centrale è scolpito a bassorilievo il simbolo dell'attività: la testa di bue, tra foglie di alloro e lesene lavorate. Sul bancone posano due ceppi lignei di tronchetti assemblati.

    Si impone alla vista la gloriosa cella frigorifera in legno degli anni Venti del Novecento, un tempo raffreddata ad acqua, rimodernata, tuttora funzionante.

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • Legge Regionale 4 marzo 1995/n. 34 “Tutela e valorizzazione dei locali storici” catalogo Guarini Piemonte, presso CSI Piemonte, Ruffino M.P., 1998,scheda n. R0158744 e Allegati
    • Fototeca

    Itinerari correlati

    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino, 2017