Home \ Casa dei Romagnano
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Casa dei Romagnano

L'edificio, del quale restano le finestre ed elementi in cotto - che coprono un arco cronologico compreso tra il secolo XIV e il secolo XVI -, apparteneva alla famiglia dei marchesi Romagnano. Gli elementi decorativi sono analoghi a quelli usati per il castello.


VIA MERCANTI 9

Costruzione: XIV Sec. (1300-1399)

Realizzazione: XV Sec. (1400-1499) - XVI Sec. (1500-1599)
decorazioni in cotto della facciata

  • Indice
  • Categorie
  • medioevo
  • palazzo
    • Tag
  • mostra medievale
  • La famiglia dei marchesi di Romagnano è di antiche origini: sono presentati come ramo cadetto della famiglia dei marchesi di Torino, meglio noti come Arduinici; sono già attestati nei diplomi imperiali del secolo XI.

    La loro ascesa politica proseguì anche sotto la dominazione dei Savoia: negli anni 1449-1458 Antonio Romagnano fu cancelliere del duca Ludovico.

    Della casa restano oggi visibili una finestra monofora ad arco acuto e tre finestre murate, riccamente decorate da formelle in cotto con ornati fitti, che rappresentano ghiande e piccole zucche.

    Le decorazioni dell'edificio sono simili a quelle del castello ducale e dimostrano non solo la ricchezza della famiglia - in grado di costruire un palazzo con ornamenti e formelle in cotto pregiato -, ma anche la volontà di affermare pubblicamente il prestigio sociale e il ruolo dei suoi membri a corte anche attraverso l'imitazione architettonica e decorativa. I Romagnano svolsero anche il ruolo di ambasciatori, la loro casa serviva pertanto anche a ricevere legati stranieri. Il duca Amedeo VIII in occasione del passaggio a Torino dell'ambasciatore di Venezia Andrea Morosini, alloggiato all'albergo dell'Angelo, ordinò a Brianzo di Romagnano, che ricopriva la carica di scudiere ducale, di pranzare con l'ambasciatore per tenergli compagnia durante i cinque giorni di permanenza in città.

    L'edilizia urbana mutava quindi anche in rapporto ai soggiorni sempre più frequenti e lunghi della famiglia ducale in Torino.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    CASA DEI ROMAGNANO
    Via dei Mercanti 9

    Casa di civile abitazione.
    Edificio di valore documentario in cui permangono elementi decorativi ed elementi strutturali tardo-medievali, messi in luce nei restauri.
    Edificio prospiciente da un lato la Via dei Mercanti e dall'altro un vicolo, attualmente chiuso, forse una delle vie della città medievale. Al corpo rettangolare dell'edificio era collegato un porticato a 4 arcate sul prolungamento del vicolo stesso. Il cortile è chiuso da un braccio di fabbrica, parallelo a Via dei Mercanti, con portici a piano terra. Rimangono nella struttura portante tratti di muratura listata di ciottoli disposti a spina di pesce finestre ogivali incorniciate da un ricchissimo lavoro in cotto del XV secolo e finestre rettangolari del XVI secolo. Queste vennero sostituite alla fine del '600 da altre, prive di cornice e vennero tagliate anche le cornici marcapiano. Durante i restauri di R. Brayda intorno al 1885 si ritrovarono alcune formelle che facevano parte della decorazione delle finestre ogivali, con motivi araldici e il motto della famiglia Romagnano, forse proprietari della casa.

    R. BRAYDA, 1887, pp. 294-298; A. D'ANDRADE, 1899.
    Tavola: 41

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città