Home \ Eataly, già Società Carpano
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Eataly, già Società Carpano

Operazione dal grande successo di pubblico, la trasformazione del complesso industriale Carpano in centro enogastronomico è tra gli interventi di riconversione industriale più riusciti a Torino.


VIA NIZZA 230

Inaugurazione: 2007

  • Indice
  • Categorie
  • fabbrica
  • mercato
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • trasform
  • Cronologia

    1909 Primo progetto di costruzione dello stabilimento Carpano, con ingresso da via Narzole 5
    1923 Progetto di ampliamento firmato dall'ingegner Giuseppe Bellia
    1927 Costruzione della facciata principale per l'ingresso alla fabbrica, in via Nizza 224
    1929 Progetto di riordinamento e restauri con nuove facciate su via Nizza e via Narzole
    1942 Progetto di ampliamento per la costruzione di nuovi ambienti lavorativi firmato dall'architetto Carlo Charbonnet
    1 dicembre 1943 Bombardamenti alleati durante la Seconda guerra mondiale
    1946 Ricostruzione dello stabilimento
    1957 Progetto di sistemazione della facciata di via Nizza 224 su progetto degli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola
    2005-2006 Restauro e recupero funzionale
    2007 Apertura di Eataly

    Costruito all’inizio del Novecento di fronte al lato nord del Lingotto, nel 1996 lo stabilimento per la produzione del vermouth viene dismesso. Successivamente si stabilisce per l’ex Carpano una destinazione a nuovo edificio terziario commerciale, e il progetto di rifunzionalizzazione è affidato allo studio torinese Negozio Blu Architetti Associati. L’accesso principale è di fronte al Lingotto: un varco nel vecchio muro di cinta immette nel grande salone del 1929 con le alte cisterne per la miscelazione del vermouth. Il successo dell’operazione è nella capacità del progetto di reinterpretare le corti interne dello stabilimento, ricavandone passages che costruiscono un vero e proprio spazio urbano dentro l’edificio, fatto di strade e piazze, popolate da bancarelle del mercato, banchi e chioschi per la degustazione dei cibi. I lavori terminano nel 2007.

    Sorte analoga tocca l’adiacente Pastificio Italiano, anch’esso dismesso e successivamente destinato ad attività ricettiva: nel 2005 si realizza al suo interno un albergo della catena spagnola NH, sempre su progetto di Negozio Blu Architetti Associati.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città