Home \ Proiettili commemorativi del 1706 e 1799
Scheda: Tema - Tipo: Storia

Proiettili commemorativi del 1706 e 1799

Palle di cannone infisse sulle facciate di vari edifici civili e religiosi del centro storico tramandano la memoria dei bombardamenti subiti dalla città nel corso degli assedi del 1706 e del 1799.


Inizio: 1706

Le cronache degli assedi riportano spesso notizie relative agli effetti dei bombardamenti sulla popolazione civile, di cui sono descritti i sentimenti di terrore, rassegnazione o forza d’animo. In occasione dell’assedio del 1706 i cittadini torinesi si identificano pienamente con i difensori, sostenendo il presidio e condividendone i rischi causati dai tiri dell’artiglieria francese che, oltrepassando le fortificazioni, anche intenzionalmente «...quando veniva voglia al nemico di dedicarsi a questo diabolico divertimento...», colpiscono la città nel vano tentativo di “farla sollevare”, provocando perdite fra la popolazione e ingenti danni ai fabbricati: «...Di tanti Palagi che vi sono attorno alla spianata della Cittadella, non ve n’era pur uno, il quale non fosse come interamente disfatto, ò non mostrasse centinaia di squarci...». Qualche palla di cannone murata a bella posta, e talvolta marcata da una data, nelle facciate o nei cortili di diversi edifici, già all’indomani della conclusione dell’assedio, costituisce l’espressione simbolica della resistenza della città durante i lunghi mesi dell’attacco francese.
Altri proietti d’artiglieria di vario calibro rammentano il bombardamento di ritorsione subito il 26 maggio 1799 a opera della guarnigione francese, asserragliatasi nella Cittadella dopo l’ingresso nella città, occupata dalle truppe napoleoniche dal dicembre 1798, delle forze alleate austro-russe con il concorso dalla stessa amministrazione cittadina, durante le operazioni militari della seconda coalizione antifrancese.

Elenco degli esemplari documentati di proietti

1 – Monte dei Cappuccini, facciata del convento, 1706

2 – Monte dei Cappuccini, facciata del convento, 1799

3 – Monte dei Cappuccini, facciata della chiesa

4 – Monte dei Cappuccini, facciata della chiesa

5 – Monte dei Cappuccini, all’interno della chiesa

6 – Santuario della Consolata, facciata occidentale, 1706 (erroneamente datata al 1704)

7 – piazza Palazzo di Città, di fronte al Municipio, probabilmente del 1799

8 – via Consolata 1 bis, Palazzo Saluzzo Paesana, nel cortile

9 – via Consolata 1 bis, Palazzo Saluzzo Paesana, nel cortile

10 – piazza San Carlo 191, Palazzo Solaro del Borgo, facciata

11 – Piazza San Carlo 217, facciata

12 – Piazza San Carlo 217, facciata

13 – Chiesa San Filippo Neri, facciata della chiesa dell’Oratorio, 1799

14 - Via Santa Teresa 10, facciata

15 - via del Carmine 8, due proiettili ai lati del dipinto sulla facciata del palazzo, probabilmente del 1799 e collocati nell'Ottocento

 

  • Bibliografia
  • Sitografia
  • Fonti Archivistiche
  • Biblioteca Reale di Torino (BRT), Manoscritti Militari 28, SOLERI Francesco Ludovico, Giornale dell’Assedio e diffesa di Torino li 12 maggio 1706.
  • Fototeca
  • Ente Responsabile
  • CeSRAMP