Home \ Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici Giovanni Giolitti, già RIV
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici Giovanni Giolitti, già RIV

Istituto professionale dell’area metropolitana di Torino Sud-Est che ha sede nei locali della RIV.


VIA ALASSIO 20

Costruzione: 1926

Bombardamento: 04 Febbraio 1943

Bombardamento: 08 Novembre 1943

Restauro: 1977

  • Indice
  • Categorie
  • ufficio
  • industria
  • bombardamento
  • scuola
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. La RIV

    La produzione torinese della RIV, in un primo tempo con sede in via Nizza, raggiunge in breve tempo e supera quella della sede originaria di Villar Perosa, tanto che nel 1926, la direzione decide di costruire un nuovo grande fabbricato di 5 piani fuori terra su un’area di circa 50.000 mq che comprende, oltre alla produzione, anche la Direzione Generale, gli uffici amministrativi, tecnici e commerciali. L’edificio consiste in una costruzione austera, massiccia e luminosa, che "fronteggia la Via Alassio dall’angolo di Via Nizza e si estende verso le FF.SS. E’ a 5 piani fuori terra e breve cantinato e vi trova posto l’officina i cui uffici e vari reparti sono delimitati con vetrate in ferro e vetri semi doppi". [Intendenza di Finanza, Reparto VI, Danni di Guerra, Cartella N° 3380, cartella N°1].

    2. Bombardamenti

    Tra il 1943 e il 1944 la RIV (già danneggiata la notte del 6 settembre del 1940 da bombe che "cadono a circa 450 metri dallo stabilimento, nel recinto delle Ferrovie dello Stato e che producono danni indiretti di qualche entità, specialmente alle vetrate e ai lucernari" [Intendenza di Finanza, Reparto VI, Danni di Guerra, Cartella N° 3356, fasc. 70]), e la Barriera di Nizza, sono colpite dalle incursioni alleate che provocano ingenti danni e numerose vittime tra i civili. L’analisi dei documenti relativi al risarcimento per danni di guerra compilata dalla stessa azienda permette di ricostruire una sorta di cronologia dei bombardamenti subiti dalla Riv. Il 4 febbraio 1943 un incendio scoppiato in seguito al "lancio di bombe e spezzoni incendiari" [Intendenza di Finanza, Reparto VI, Danni di Guerra, Cartella N° 3348, fasc. "Allegato"] provoca danni al magazzino dello stabilimento di Via Nizza 154; ad esso seguono altre due incursioni, l’8 novembre e il 1 dicembre dello stesso anno.

    E’ però quella di novembre a causare i danni più seri, che oltre a provocare la semi distruzione dell’intero complesso (il primo fabbricato, edificato nel 1926 è colpito da 9 bombe di grande calibro che "provocano la distruzione dei piani 2, 3, 4, 5,", mentre "7 bombe dirompenti di grande calibro provocano la distruzione parziale dei piani 1, 2, 3, 4" del secondo edificio [Intendenza di Finanza, Reparto VI, Danni di Guerra, Cartella N° 3380, cart. N° 1, 2]) determina anche la morte di 72 operai.

    (1)

    3. L'Istituto alberghiero

    Il Giovanni Giolitti (1842-1928, importante politico piemontese) è un Istituto di Istruzione Superiore con sede in via Alassio 20 nei locali dell’ex RIV, dismessa e quindi restaurata negli anni Settanta. La scuola è fondata nel 1978 con gli iniziali corsi professionali triennali per segretari d’azienda. Attualmente l’istituto propone un’offerta formativa che si compone dei corsi di qualifica e diploma per operatori e tecnici della gestione aziendale, corso per operatori e tecnici dei servizi turistici e corso alberghiero (a partire dall’a.s. 2000-2001) che si rivolge a un vasto numero di giovani della città e della cintura, che sono così avviati al mondo del lavoro.

    Note

    (1) http://www.istoreto.it/to38-45_industria/schede/riv.htm

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Intendenza di Finanza, Reparto VI, Danni di Guerra
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 2234, cart. 45, fasc. 13
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Fondazione Tancredi di Barolo
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà